Tu sei qui

MotoAmerica, Elias e Beaubier si sfidano al Cavatappi di Laguna Seca

Sulla pista dove debuttò Nicky Hayden si riaccendono i motori della serie a stelle e strisce, con il pilota Yamaha e quello Suzuki in piena lotta per il titolo

MotoAmerica: Elias e Beaubier si sfidano al Cavatappi di Laguna Seca


Ancora poco, e ci risiamo: i piloti MotoAmerica tornano in pista in questo weekend, sulla pista californiana di Laguna Seca, dove nacquero le vere Superbike a manubrio alto.

Contestualmente all’ottavo round del Mondiale, negli USA Elias & compagnia bella andranno in pista per il quinto appuntamento stagionale, durante il quale si correranno due manche, una il sabato, la seconda di domenica; non essendo presenti Supersport 600, Superstock 1000 e Supersport 300, il paddock di Laguna ospiterà le due classi principali dei rispettivi campionati.

Dopo un inizio marcato da Toni Elias con la Suzuki – fermato solo da Mathew Scholtz sul bagnato di Austin – è Cameron Beaubier a comandare la classifica generale, forte della doppietta ottenuta ad Elkhart Lake, pista sulla quale il due volte campione ha dimostrato che la R1 ufficiale non ha niente da invidiare alla GSX-R Yoshimura che, anzi, deve ben guardarsi da tutte le veloci Yamaha, sempre nelle prime posizioni.

Beaubier ed Elias, appunto: è ancora questo il leit motiv del campionato. Già nel 2017 i due hanno duellato senza pietà dal primo all’ultimo round, quest’anno la faccenda appare ancora più seria: smaccato sul proprio terreno, l’americano numero 6 vuole far capire allo spagnolo ex iridato Moto2 che negli States ha vinto una volta, ok, ma non dovrà ripetersi. L’anno scorso Elias riuscì ad imporsi a Laguna, controllando meglio di tutti le derapate della sua moto.

Gli altri piloti non staranno a guardare: sono in tanti a conoscere i segreti del Cavatappi e della Curva Rainey, punti nei quali è importantissimo sapere dove mettere le ruote; Scholtz – come detto – ha già vinto una gara e sarà tra i protagonisti; Josh Herrin si alternerà tra MotoAmerica e Mondiale, volendo ben figurare in entrambe le situazioni; Garrett Gerloff proverà a vincere la sua prima stagionale, dopo alcuni podi in veste da rookie.

Roger Lee Hayden correrà sulla pista che lanciò in SBK da wild card nel 2002 il fratello Nicky, ben sapendo che nell’aria aleggerà il ricordo del suo mito; non sarà facile per il pilota Suzuki evitare di attirare l’interesse dei fan e dei media a Laguna, teatro della prima vittoria di Nicky con la Honda in MotoGP.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti