Tu sei qui

SBK, Pirelli a Laguna Seca con soli pneumatici morbidi

Poco più di mille le gomme che porterà la Casa tricolore negli Stati Uniti per l'ottavo round delle derivate

SBK: Pirelli a Laguna Seca con soli pneumatici morbidi

Sfida nelle notte per le derivate il prossimo fine settimana, impegnate sullo storico tracciato di Laguna Seca. Per l’occasione Pirelli ha deciso di affidarsi esclusivamente a soluzioni morbide sia all’anteriore che al posteriore.
In particolare, per il posteriore l’azienda della Bicocca continua l’attività di sviluppo della nuova misura 200/65 che ha introdotto per la prima volta in occasione del round di apertura in Australia per poi tornare a lavorarci a partire dal round di Imola sviluppando due soluzioni, la W1002 e la X0175, che si differenziano tra loro solo per la mescola utilizzata e che, soprattutto in occasione dei round di Brno e Donington, sono state molto apprezzate dai piloti.
A Laguna Seca Pirelli porterà la versione W1002 e la metterà a confronto diretto con la soluzione di sviluppo W1050 in misura standard: entrambe le opzioni adottano la medesima mescola e questo permetterà a Pirelli di raccogliere ulteriori dati, a parità di mescola, sulla reale efficacia della misura maggiorata rispetto a quella standard.

Le soluzioni per la classe WorldSBK
 
Sono 1369 i pneumatici che Pirelli ha portato a Laguna Seca per questo ottavo appuntamento stagionale. Questo quantitativo, che potrebbe apparire relativamente contenuto rispetto a quello movimentato in occasione di altri round, è però da intendersi come dedicato esclusivamente alla classe WorldSBK, l’unica a scendere in pista nel mitico tracciato statunitense, ed include come sempre soluzioni slick da asciutto oltre a pneumatici intermedi e da bagnato.
 
Le soluzioni da asciutto saranno cinque, tre per l’anteriore e due per il posteriore, oltre al pneumatico supersoft da qualifica che può essere utilizzato dai piloti esclusivamente nella seconda sessione di Superpole®.
Le tre opzioni per l’anteriore utilizzano tutte mescole morbide. Alla SC1 di gamma si affiancano due soluzioni di sviluppo:la ben nota V0952, molto apprezzata da tutti piloti in tutti i round corsi l’anno scorso e quest’anno, e la W0657, pneumatico introdotto da Pirelli lo scorso anno a Lausitzring e portato nel 2017 anche a Portimão e Magny-Cours. Rispetto alla SC1 di gamma, quest’ultima soluzione offre una mescola ancora più morbida che dovrebbe essere in grado di assicurare un ottimo livello di grip all'anteriore.
Per il posteriore i piloti avranno a disposizione due soluzioni già utilizzate in precedenti round che utilizzano entrambe la medesima mescola morbida: la W1050, che rispetto alla SC0 di gamma è comunque in generale più adatta a temperature rigide, e la W1002, introdotta ad Imola e portata anche a Donington che utilizza la stessa mescola della soluzione W1050 ma nell'innovativa misura 200/65che offre un'area di contatto più ampia con conseguente migliore distribuzione degli sforzi e che dovrebbe garantire un grip ancora più elevato, soprattutto con alte temperature.

Le statistiche 2017 Pirelli per Laguna Seca
 
• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 1451
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 5 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 35 anteriori e 28 posteriori
 
• Best Lap Awards Superbike vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'23.553 (Gara 1, 3° giro) e Tom Sykes (Kawasaki Racing Team),in 1'59.728 (Gara 2, 2° giro)
 
• Temperatura in Gara 1: aria 28° C, asfalto 58° C
 
• Temperatura in Gara 2: aria 21° C, asfalto 52° C
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 259,5 km/h, realizzata da Jonathan Rea(Kawasaki Racing Team) in Gara 2 al 3° giro.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti