Tu sei qui

MotoGP, Vinales: "Ho capito cosa non ha funzionato al Mugello"

"Siamo sulla giusta strada per risolvere il problema. Le sensazioni sono migliori, ma non bisogna fidarsi troppo dei tempi al venerdì'"

MotoGP: Vinales: "Ho capito cosa non ha funzionato al Mugello"


L’abbiamo lasciato al Mugello pieno di dubbi e col volto triste. Lo ritroviamo al Montmelò sereno e con un sorriso che trapela dal viso. Un venerdì senza dubbio incoraggiante quello di Maverick Vinales, capace di chiudere col terzo tempo la FP2 e rivelarsi il migliore in sella alla Yamaha nel pomeriggio.

“Posso dire di essere soddisfatto per questo venerdì – ha esordito lo spagnolo -  siamo soltanto all’inizio, ma le sensazioni sono positive. Dopo questi due turni di libere posso dire che siamo sulla giusta strada per risolvere i problemi incontrati al Mugello, dato che abbiamo capito cosa non funzionava”.

Maverick traccia quindi il bilancio.

“Ho lavorato sull’assetto per la gara fin dall’inizio – ha svelato - non è stato semplice, perché c’è stato qualche piccolo problema con le temperature basse, ma sono comunque riuscito a migliorare col trascorrere dei minuti”.

L’attenzione si sposta poi sugli pneumatici.

“Con la gomma anteriore devo però dire di aver faticato molto – ha ammesso - mentre con la posteriore sono riuscito a essere competitivo, trovando il giusto grip. La prestazione è positiva, anche se non possiamo fidarci più di tanto dei tempi del venerdì quest’anno”

Il tracciato di Barcellona sembra esaltare le qualità del portacolori Yamaha.

“Ci sono diversi punti per superare, direi quasi tutte le curve – ha analizzato – posso ribadire che le sensazioni sono state positive e di conseguenza sono entusiasta. Ho trovato inoltre un buon grip, su una pista che mi è sempre piaciuta e devo dire che anche nell’ultimo settore sono stato competitivo”.

Vinales mantiene però la testa bassa.

“Il mio problema è la gara – ha ricordato - spero di avere il giusto grip fin dall’inizio, non come accaduto al Mugello dove ho sofferto nei primi giri, perdendo l’occasione di lottare per il podio. Quest’oggi c’era meno aderenza rispetto ai test di maggio al Montmelò, ma non ho sofferto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti