Tu sei qui

MotoGP, Rossi: stupido togliere Lorenzo dalla lotta al titolo

"Il Mugello per lui potrebbe essere stata la gara della svolta". Sul GP di Barcellona: "la scelta delle gomme sarà più importante che mai"

MotoGP: Rossi: stupido togliere Lorenzo dalla lotta al titolo

È stata una giornata di studio sul circuito di Barcellona, con i piloti concentrati soprattutto nel risolvere il rebus delle gomme. Valentino si è preso comunque la soddisfazione di essere il più veloce nel turno del mattino, “ed è sempre una bella sensazione” commenta, mentre Lorenzo lo è stato in quello del pomeriggio. Il maiorchino, dopo la vittoria nel GP d’Italia, è diventato l’osservato speciale.

Al Mugello è stato molto bravo e potrebbe essere stata la gara della svolta suo campionato - sottolinea Rossi - Guardando i tempi, oggi è stato il più veloce ed è sicuramente da tenere d’occhio”.

Anche per la vittoria finale?
Togliere Jorge dalla lotta per il titolo sarebbe da stupidi. Marquez ha un po’ di vantaggio in classifica, ma la battaglia per il secondo posto è serratissima”.

Tu pensi di poterti difendere su questa pista?
Questa mattina sono riuscito a fare un buon giro, mentre nel pomeriggio mi sono concentrato maggiormente sulle gomme. Ancora più che in altri circuiti, sarà molto importante fare la scelta giusta.  Praticamente si possono usare tutte e tre le opzioni al posteriore per la gara e all’anteriore ognuna ha pregi e difetti, bisogna capire quale è la migliore per sé”.

Ci sei già riuscito?
Non ancora del tutto, servono altri chilometri, ma comunque per essere venerdì ho già delle buone sensazioni in sella e anche il mio passo è veloce. Però, come capita spesso, ci sono tanti piloti veloci”.

Come hai trovato il nuovo asfalto?
Questa mattina era abbastanza sporco, non me lo aspettavo, ma la situazione è andata migliorando e nel pomeriggio siamo stati fortunati a non raggiungere temperature folle. Ha una buona aderenza ed è piacevole guidare qui”.

Quali sono i problemi da risolvere sulla tua moto in questo momento?
Ho un po’ di sottosterzo soprattutto nelle curve lente, ma principalmente bisogna capire quale gomma usare e poi adattare il bilanciamento della moto”.

Abbiamo visto anche un inedito parafango posteriore forato sulla tua M1…
È una soluzione che dovrebbe diminuire la temperatura della gomma, ma sinceramente in sella non avverto differenze. La chiave è fare lavorare gli pneumatici nel modo giusto, senza metterle sotto stress, e stiamo provando di tutto”.

Sembra che le gomme siano l’argomento principe…
Ora la loro scelta è più importante di quanto sia mai stata. Con le Bridgestone spesso non c’era neanche il problema e tutti i piloti usavano la stessa. Le Michelin invece consentono di scegliere, ancora di più di quanto accadeva dieci anni fa”.

Vuoi dire che sulla carta si può correre con ogni pneumatico?
Sì, ognuna ha i suoi pro e i suoi contri. Bisogna decidere sulla base della propria moto, del proprio stile di guida, del setting e anche della strategia che si preferisce mettere in pratica. È tutto molto aperto”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti