Tu sei qui

MotoGP, Iannone: voglio regalare a Suzuki una vittoria

"Con Aprilia non è un semplice cambio di casa, ho preso un impegno importante. Il contratto ha risvolti positivi, credo nel progetto"

MotoGP: Iannone: voglio regalare a Suzuki una vittoria

Durante la settimana che ha sconvolto la griglia della MotoGP, Andrea Iannone è stato tra coloro che hanno ufficializzato il loro cambio di casacca, passando in Aprilia per formare una coppia totalmente tricolore. “Non è un semplice cambio di marca per me – spiega Andrea – bensì un impegno sia da parte mia che di Aprilia importante. Ho un contratto particolare e con dei risvolti molto positivi, che potrebbero non limitarsi ai due anni previsti. Sono contento; credo nel progetto e nella sfida, ed anche se dovrò ripartire da capo non ho paura, spero di lavorare tanto per far crescere la moto insieme ad Aleix. Sono contento del giudizio che hanno su di me e si stanno impegnando al 200%, abbiamo lo stesso scopo e non sono preoccupato”.

La palla passa poi alla situazione attuale, che vede il 29 in un’ottima situazione.

“Dobbiamo continuare a lavorare come stiamo facendo per far crescere la moto. Mi piacerebbe vincere una gara con la Suzuki ed arrivare a fine stagione in modo positivo. Mi trovo bene sia con la moto che con il team, cercheremo di migliorare turno dopo turno”.

Ovviamente non può aver fatto piacere la mancata riconferma della casa di Hamamatsu; una situazione che in qualche modo assomiglia a quella già vissuta in Ducati.

“Non sono così presuntuoso da dire che mi rimpiangeranno. In ogni caso quel che è fatto è fatto, dobbiamo pensare che abbiamo più di metà campionato davanti in cui costruire una moto con cui un domani si può vincere. In Ducati Gigi non mi ha mai fatto mancare nulla, ha continuato a farmi fare lo sviluppo ed a darmi tutto il materiale sino alla fine. In Suzuki spero sarà lo stesso e non credo vi saranno dubbi. Il cambiamento non cambia gli stimoli e la voglia di vincere”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti