Tu sei qui

Moto Guzzi V85: le forme (definitive) della nuova crossover

Sta per arrivare: dopo il concept visto ad EICMA ecco i disegni della versione finale della futura "classic enduro" di Mandello

News Prodotto: Moto Guzzi V85: le forme (definitive) della nuova crossover

Pochi mesi fa il concept sfilava in passerella in quel di EICMA e, diciamocelo, aveva di fatto l'aria di una moto definitiva e pronta a debuttare. Ora con l'avvicinarsi della data del vero debutto per la "classic enduro" (la definiscono così a Mandello) di Moto Guzzi, sbucano i disegni che ci mostrano quella che, quasi certamente, sarà la versione finale e che forse aggiunge qualcosa di più in fatto di linee rispetto a quanto visto al salone di fine 2017.

Rispetto a quanto visto a Milano, ad un primo sguardo sembra che poco o nulla si cambiato. In realtà a ben vedere ci sono nuovi dettagli che, pur non stravolgendone stile e concetto iniziale, affinano ancora di più la V85 donando maggiore snellezza all'insieme.

Parte da leone la vediamo nel serbatoio che, sempre confrontandone le forme con il primo concept, sembra sia stato rivisto  nella parte superiore, ora ribassata e che offre una migliore soluzione di continuità con la sella. Quest'ultima anche sembra diversa, con una posizione ora più ribassata, ma meglio raccordata nella parte anteriore. Il tutto sembra mirato ad avere una posizione di guida un po' più arretrata ed efficace nella guida in off-road.

Diverso è anche lo scarico, con la (inevitabile) comparsa della camera del catalizzatore posta nelle vicinanze della coppa dell'olio. In ultimo si aggiunge anche un diverso design dei fianchetti sottosella ora decisamente più spigolosi e che regalano slancio alle linee della moto. Restano confermate le soluzioni già viste come pinze ad attacco radiale, forcella a steli rovesciati e ammortizzatore laterale. Senza trascurare il personalissimo frontale con doppio faro.

La Moto Guzzi V85, come già annunciato lo scorso anno a Milano, farà il debutto dopo l'estate per arrivare poi sul mercato, con molta probabilità ad inizio 2019.

Articoli che potrebbero interessarti