Tu sei qui

Moto3, Martin perfetto, 2° Bezzecchi davanti a Di Giannantonio

Lo spagnolo regola per pochi millesimi i due azzurri sul traguardo, 5° Migno davanti a Bastianini, Arbolino, Dalla Porta, Antonelli e Pagliani

Moto3: Martin perfetto, 2° Bezzecchi davanti a Di Giannantonio

Da oggi Jorge Martin potrebbe scrivere un libro dal titolo “Il weekend perfetto”. Già perché non capita tutti i giorni di rimanere primo dalle FP1 sino alla gara, senza mancare di primeggiare nemmeno in una sessione. Una vittoria che ha un sapore liberatorio, visti i due zero incassati nei due precedenti appuntamenti. “E’ stata una gara molto difficile. Ho cercato sin da subito di rompere il gruppo visto che l’anno scorso è stato un disatro; Bezzecchi era velocissimo sul dritto quindi pensavo mi passasse, è una vittoria bellissima e importante per il campionato”.

Si è trattato di una gara anomala per la Moto3, dato che Martin è riuscito sin da subito ad andare in fuga insieme al compagno di team Fabio Di Giannantonio e Marco Bezzecchi. Il trio è arrivato appaiato sotto la bandiera a scacchi, con il numero 12 che ha sfruttato il grande motore KTM per raccogliere la seconda piazza. “Sono stato nei guai in gran parte della pista, soprattutto per i problemi sull’anteriore. Ho faticato perché Martin era veloce, ed alla fine ho dato tutto per il podio. Sono felice di questo secondo posto dopo Le Mans, è una giornata incredibile”.

Terzo come detto Fabio Di Giannantonio, che resta con un po’ di amaro in bocca. “Ho dato il massimo. Il ritmo è stato assurdo davanti; ho cercato di gestire, nell’ultimo giro mi sono avvicinato a Martin ma Bezzecchi mi ha passato togliendomi la scia. In ogni caso sono felice per aver raccolto un podio al Mugello”.  

Alle spalle del trio un piccolo gruppo è riuscito a staccarsi dal lungo plotone classico della categoria; a transitare quarto sul traguardo è stato così Gabriel Rodrigo, che ha regolato Andrea Migno, Enea Bastianini e Tony Arbolino, autori di un’ottima gara e, nel caso del 33 e del 16, abili nel recuperare dopo una brutta qualifica.

La lista di italiani prosegue con l’ottava piazza di Lorenzo Dalla Porta, che ha preceduto Niccolò Antonelli, protagonista di una bella rimonta dopo un errore all’inizio e la wild card Manuel Pagliani, che chiude la top ten con i colori del team Leopard. Da segnalare l’11° posizione di Aron Canet, che perde importanti punti dal leader di campionato Bezzecchi. Non riesce a centrare i primi punti della stagione invece Nicolò Bulega (21°), mentre Dennis Foggia e Stefano Nepa non hanno visto la bandiera a scacchi”.

LA CRONACA

Allo start scatta al meglio Martin che mantiene la testa alla prima curva. Secondo Bezzecchi davanti a Sasaki e Suzuki. Quinto Di Giannantonio, nono Bastianini. Al termine del giro Martin ha cinque decimi su Bezzecchi, terzo Di Giannantonio. 10° Arbolino, 14° Migno, 16° Bulega. Nel corso del secondo giro Di Giannantonio passa secondo davanti a Bezzecchi.

Terzo giro. Ora il gruppo di testa è di tre piloti ovvero Martin, Di Giannantonio e Bezzecchi. Il secondo gruppo ha due secondi di distacco ed è guidato da Bastianini davanti a Canet.

16 giri alla fine. Davanti il trio collabora, mentre il secondo gruppo è formato da Arbolino, Rodrigo, Bastianini, Masia, Canet e Suzuki. 13° Migno davanti a Bulega, 18° Foggia davanti a Pagliani, 21° Antonelli.

13 giri al termine. Supera i quattro secondi il vantaggio del trio in testa, mentre dietro si è oramai formato un lungo plotone fino alla 20° posizione in lotta per il quarto posto.

Meno dieci alla fine. Nulla è cambiato davanti con Martin davanti a Di Giannantonio e Bezzecchi. Dietro Bastianini cerca di fuggire dal secondo gruppo insieme ad Arbolino, Rodrigo e Migno. 9° Dalla Porta davanti a Pagliani, 12° Antonelli, 17° Bulega. Nel secondo gruppo continuano a cambiare le posizioni sul lungo rettilineo del Mugello.

Mancano otto giri alla fine, e la notizia più importante è la fuga definitiva di Bastianini, Migno, Arbolino e Rodrigo dal lungo plotone alle loro spalle. Davanti nulla cambia ed è ancora gara tattica tra i tre in testa. 10° Antonelli davanti a Dalla Porta, 15° Pagliani.

Cinque giri alla bandiera a scacchi. Nessuna novità di rilievo, con le posizioni dall’ottava posizione in poi che continuano a cambiare, mentre il gruppo di Bastianini continua la sua fuga come i tre davanti.

Tre giri alla fine. Martin e Di Giannantonio cercano di staccare nel misto Bezzecchi che sembra però resistere grazie anche al suo motore sul dritto. Dietro Rodrigo precede Migno, Arbolino e Bastianini. Più staccati Pagliani e Dalla Porta che aprono il lungo gruppo, 13° Antonelli, 20° Bulega

Ultimo giro. Sono tutti e tre insieme all’ultimo giro. Martin davanti a Di Giannantonio e Bezzecchi. I due Gresini guadagnano centimetri su Bezzecchi che resta lì però. Si arriva alla bucine in questo ordine, vince Martin davanti a Bezzecchi e Di Giannantonio. Quarto Rodrigo davanti a Migno, Bastianini e Arbolino. 8° Dalla Porta davanti ad Antonelli, Pagliani e Canet.  

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti