Tu sei qui

MotoGP, Vinales: sono veloce, la caduta non mi ha fermato

Lo spagnolo secondo alle spalle di Iannone: "I test di Barcellona mi hanno regalato fiducia. Pirro? La sua caduta è stata irreale"

MotoGP: Vinales: sono veloce, la caduta non mi ha fermato

Il suo venerdì è iniziato in salita, causa una caduta che gli ha complicato i piani pochi minuti dopo il via della FP1. Nonostante l’inconveniente,  Maverick Vinales ha evitato di perdersi d’animo, tanto da archiviare la giornata col secondo tempo, alle spalle della Suzuki di Andrea Iannone.

“Devo dire che i test di Barcellona mi hanno regalato grande fiducia – ha commentato lo spagnolo – nonostante l’incidente del mattino sono riuscito ad essere competitivo e di conseguenza sono molto entusiasta. Ovviamente siamo solo all’inizio, infatti c’è tanto lavoro che ci attende sabato e possiamo migliorare”.

Al pomeriggio Maverick è sceso in pista con la gomma asimmetrica, quarta specifica portata al Mugello da Michelin.

“Nella FP2 la temperatura è aumentata, però sono riuscito ad avere buona fiducia con gli pneumatici – ha detto – spero che le stesse condizioni le troveremo anche domenica in gara. Sono infatti riuscito a essere competitivo e il passo gara non è male”.

Rispetto a Le Mans il morale del portacolori Yamaha è alto.

“La squadra non ha apportato modifiche dopo i test di Barcellona, anche perché l’assetto è abbastanza simile. Al momento mi sento competitivo e voglio continuare su questa strada. Purtroppo nel pomeriggio era impensabile fare più di dieci giri viste le bandiere rosse”.

L’ultima battuta riguarda l’incidente di Pirro.

“La sua caduta è stata irreale, spero che stia bene e non posso fare altro che augurargli il meglio”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti