Tu sei qui

Harley-Davidson: qualcosa non va... con il fisco

Il gruppo di Milwaukee incassa la riduzione di imposte, ma licenzia 800 persone 

News Prodotto: Harley-Davidson: qualcosa non va... con il fisco

I colleghi specializzati in finanza de ilsole24ore.com, hanno dato una notizia che a molti media è passata inosservata, in sordina. Sembrerebbe, a quanto asserisce Il Sole, che Harley-Davidson abbia adottato una politica aziendale un po'... "particolare". Grazie ad una riforma americana, la Casa di Milwaukee avrebbe abbattuto le tasse aziendali. Fin qui, tutto bene, nessun problema. Vero, anzi, verissimo. Il fatto è che però l'Azienda ha intascato la riduzione delle imposte corporate al 21% dal 35%, decidendo in ogni caso di chiudere l'impianto sito a Kansas City. Conseguenza? 800 persone a spasso...

A questo però, si deve aggiungere che la desisione dei dirigenti è stata quella di annunciare l'apertura di un nuovo stabilimento in quel della Tailandia entro la fine del 2018. Motivo? Evitare l'aumento dei costi provocati dal Governo USA sull'importazione di acciai e alluminio. Ecco dunque che arrivano la bellezza di 696 milioni di dollari (tra piano di buyback azionario e aumenti del dividendo)... Per carità, bisogna anche dire che a York, in Pennsylvania, saranno fatte delle assunzioni, riducendo così il "danno" a 350 dipendendi a spasso, ma la cosa è un vero paradosso. Pensare che Donald Trump celebrò proprio Harley-Davidson come azienda simbolo dei suoi piani di rilancio.

Articoli che potrebbero interessarti