Tu sei qui

MotoGP, Iannone: ho perso un possibile podio e non so perchè

Andrea è volato fuori dopo poche curve: "una caduta strana". Rins ha tagliato il traguardo in decima posizione: "dal prossimo GP dovrò concentrarmi di più sulla messa a punto"

MotoGP: Iannone: ho perso un possibile podio e non so perchè

Dopo tre podi consecutivi (Rins in Argentina, Iannone ad Austin e Jerez) ed un contratto su due già firmato (Alex correrà per altre due stagioni con la GSX-RR) il team Ecstar Suzuki si aspettava di più dal Gran Premio di Francia, che ha portato alla squadra un decimo posto per lo spagnolo ed uno zero per l’abruzzese.

Partendo da Andrea, l’analisi del suo weekend inizia dalle prove libere, sempre in crescendo, sino alle qualifiche finite con il settimo tempo; il numero 29 aveva, però, messo in mostra un passo gara da podio, confermato nel warm up, concluso al secondo posto.

Iannone, partiva quindi con l’obiettivo di salire anche su uno dei tre gradini del Bugatti, ma una caduta lo ha visto uscire dal Gran Premio al primo dei 27 giri: “onestamente, non so cosa sia successo – racconta Andrea – quello di oggi è stato un incidente davvero strano. È un grosso peccato, qui avevamo un grande potenziale e potevamo l’ennesima bella gara; ovviamente non sono contento di come sia finita, anche considerando il passo mantenuto in ogni sessione, dalle libere al warm up. Il team controllerà i dati: mi è scappato il posteriore senza nemmeno saperne il motivo, oggi potevamo centrare un podio, ma l’abbiamo perso, coi relativi punti in classifica. Ma tutto ciò ci renderà più forti: spero che il weekend del Mugello possa essere più positivo per noi, quella è la mia gara di casa ed io mi sento molto motivato”.

 

Alex Rins, contrariamente a Iannone, il traguardo lo ha visto. La decima piazza finale non è propriamente il risultato al quale il catalano ambiva ma, grazie ai punti portati a casa, il numero 42 muove la propria classifica, che ora lo vede dodicesimo dopo Tito Rabat e prima di Pol Espargarò: “un fine settimana davvero difficile per me – svela Alex – cercando di gestire ogni situazione sin dalle prove libere. In gara ho duellato contro Aleix, Maverick e Cal, conquistando un buon piazzamento. Dal prossimo Gran Premio dovrò concentrarmi sulla ricerca della messa a punto partendo forte già il venerdì, per arrivare domenica pronto ad attaccare. Al Mugello proveremo a centrare altri bei risultati già arrivati in questa stagione”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti