Tu sei qui

Moto3, WUP: Bastianini di misura su Bezzecchi, 4° Martin

In Moto2 brilla Mattia Pasini seguito da Joan Mir e Simone Cosi, 5° Baldassarri poi Alex Marquez e Lowes, 13° Bagnaia, 17° Fenati

Moto3: WUP: Bastianini di misura su Bezzecchi, 4° Martin

Share


Era l’ultima occasione per affilare le armi in vista della gara e allora Enea Bastianini e Marco Bezzecchi ne hanno approfittato per mandare un segnale di competitività. L’alfiere Leopard sigla infatti il riferimento, grazie al crono di 1’42”530, precedendo di 45 millesimi il connazionale. Un millesimo più lento Aron Canet, seguito da Jorge Martin, che alle ore 11 scatterà davanti a tutti in occasione della gara.

Tra i primi dieci da registrare il quinto tempo di Fabio Di Giannantonio (+0.155), mentre settimo Andrea Migno (+0.242), due posizioni più arretrato Lorenzo Dalla Porta (+0.317). Anche nel warmup della domenica mattina i distacchi sono particolarmente contenuti, dal momento che in un secondo sono racchiusi ben venti piloti. Chi resta fuori dalla top ten è Niccolò Antonelli, costretto a consolarsi con l’undicesimo tempo a quasi quattro decimi dalla vetta (+0.379), mentre 15° Tony Arbolino. Soltanto 20° Nicolò Bulega, nelle retrovie il compagno Foggia.

Per quanto riguarda la Moto 2, a far brillare il tricolore è Mattia Pasini. All’ultimo tentativo disponibile, il romagnolo sigla il tempo di 1’37”453, precedendo di 43 millesimi Joan Mir e di oltre tre decimi Simone Corsi (+0.322). Tra gli azzurri presenti nelle posizioni di vertice anche Lorenzo Baldassarri, che oggi scatterà dalla terza casella sullo schieramento. L’ascolano è quinto, braccato a soli dieci millesimi da Alex Marquez, soltanto tredicesimo il poleman Francesco Bagnaia, attardato di sette decimi netti.

Due posizioni più arretrato Andrea Locatelli (+0.820), mentre diciassettesimo il rookie della categoria, Romano Fenati (+0.911). il cui gap dalla vetta sale oltre i nove decimi. Ricordiamo che non ha preso parte al warmup della classe intermedia Luca Marini, costretto ad alzare bandiera bianca a seguito dell’infortunio alla spalla rimediato in allenamento.    

 

 

 

Articoli che potrebbero interessarti