Tu sei qui

Moto2, FP1: Schrotter sorprende a Le Mans, Bagnaia 8° con caduta

Dopo il tedesco, Alex Marquez e Jorge Navarro. 6° Baldassarri, Locatelli, Pasini e Fenati nei primi quindici

Moto2: FP1: Schrotter sorprende a Le Mans, Bagnaia 8° con caduta

Marcel Schrotter ha sfruttato ogni centimetro della pista di Le Mans, spesso anche di più, percorrendo traiettorie originali, che si sono rivelate proficue: primo tempo per il tedesco del team Dynavolt con la Kalex motorizzata Honda in 1’37”001, che ha anche un passo gara che gli garantirebbe un gradino del podio.

Alex Marquez parte con il secondo tempo, a 93 millesimi da Schrotter; il catalano, dopo lo zero di Jerez, deve assolutamente centrare un risultato utile, per non lasciare fuggire in classifica i suoi avversari.

Terzo crono per Jorge Navarro, sempre in crescita; lo spagnolo del team Gresini mette la terza Kalex consecutiva nelle prime tre posizioni della lista, con la KTM di Sam Lowes quarta, a tre decimi e mezzo abbondanti da Marcel.

Il Campione del Mondo Moto3 Joan Mir è un rookie della Middle Class in Francia, ed il suo quinto tempo è interessante, perché arrivato con circa mezzo secondo di gap da Schrotter; Lorenzo Baldassarri, vincitore a Jerez, parte con il sesto crono, facendo lavorare parecchio i meccanici del team Pons, impegnati nella ricerca dell’assetto ottimale per la sua Kalex.

A terra Barbera senza danni, caduto anche Bagnaia, con un volo poco simpatico: la brutta botta sul duro asfalto francese non ha fermato “Pecco”, risalito in sella alla sua ripristinata Kalex ed ottavo nella classifica finale.

Nono il portoghese Oliveira, lento rispetto al solito, veloce Andrea Locatelli con un bel decimo tempo; dopo il bergamasco, ecco Mattia Pasini – undicesimo – e Romano Fenati, autore di un tredicesimo crono. I nostri azzurri hanno un gap di un secondo circa dal miglior tempo siglato da Schrotter.

Simone Corsi ha segnato la diciassettesima prestazione di sessione, Stefano Manzi e Luca Marini vanno oltre la ventesima, con ritardi superiori al secondo e mezzo dalla vetta; già nel pomeriggio di Le Mans, sarà necessario per loro risalire la china. Niki Tuuli, finlandese e nuovo arrivato dalla Supersport 600, è trentesimo, Fuligni trentatreesimo.

 

 

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti