Tu sei qui

MotoGP, Marquez: non voglio che il numero di titoli sia un'ossessione

"Fosse per me, correrei per sempre. Mi piacerebbe correre nell'Endurance, Honda mi chiede sempre di fare la 8 Ore di Suzuka"

MotoGP: Marquez: non voglio che il numero di titoli sia un'ossessione

Con appena 25 anni e già 6 titoli mondiali in bacheca, sono tanti quelli che si chiedono dove potrà arrivare Marc Marquez. Il campione di Cervera ha già battuto ogni record di precocità nella classe regina e chissà quali altri primati sono destinati a cadare.

L’unico che non sembra preoccuparsi di cosa potrà accadere è Marc, che alla rivista spagnola Motociclismo ha dichiarato: “non voglio pormi un obiettivo, e nemmeno un numero di Mondiali perché poi questo diventi un’ossessione, è il modo per non ottenere una cosa”.

Meglio vivere alla giornata per Marquez e trarre energia da quello che gli accade.

La principale motivazione durante una stagione è vincere il titolo, ma se ne incontrano altre nel suo corso - ha spiegato - Ad Austin mi ha motivato quello che era successo in Argentina. A Termas mi aveva motivato la penalizzazione, cerco obiettivi a corto termine che mi aiutano a motivarmi”.

Ora Marc è completamente concentrato sulla MotoGP, ma c’è un tipo di gara che gli piacerebbe disputare.

L’Endurance - ha confessato - Honda mi chiede sempre di correre la 8 Ore di Suzuka, ma abbiamo 19 gare all’anno e arriveremo a 20”.   

Magari accadrà più avanti, ma logicamente per lo spagnolo non è il momento di pensare al ritiro.

Non mi vedo fuori dalla MotoGP - ha affermato - Forse un giorno mi butteranno fuori e dovrò pensare cosa fare nella vita, se fosse per me continuerei a correre fino alla fine”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti