Tu sei qui

MotoGP, Iannone: l'importante è essere migliorati

Andrea scatta 7°: "Per un decimo abbiamo mancato la prima fila, ma è l'unica nota negativa del weekend". Rins 6°: "Partiamo con un buon ritmo"

MotoGP: Iannone: l'importante è essere migliorati


Ci si aspettavano grandi cose da Andrea Iannone, specie dopo la velocità mostrata ieri, ma le qualifiche hanno portato in dote soltanto la settima casella. Poco male comunque, dato che Andrea è il primo che non si scompone. “Oggi siamo leggermente migliorati - attacca -questo è sempre interessante. Sono contento, anche se non sono particolarmente soddisfatto di come sia andata la qualifica, dato che siamo molto vicini a chi ci precede e quindi sarebbe bastato poco per partire in prima fila anzi che in terza; questa comunque è l’unica nota negativa del weekend. Dopo le FP4 abbiamo fatto una piccola modifica che mi ha fatto perdere trazione, forse quel decimo decisivo l’ho perso lì, ma non voglio trovare colpe”.

Quello che continua ad emergere è il grande miglioramento fatto da Suzuki rispetto all’anno scorso.

“Sono d’accordo, ma penso sia un insieme di cose. A livello di messa a punto abbiamo fatto tanto, e la nostra strategia sta pagando. Da Austin riesco a sorpassare meglio, e anche qui ho ritrovato questo miglioramento”.

Ora il pensiero corre alla gara, per la quale il 29 è fiducioso ma senza montarsi la testa.

Aspettiamo a dire che il podio è alla portata; il mio passo è buono, ma ci sono tre Honda che vanno molto forte e mi spetto anche le Ducati e le Yamaha. Noi possiamo esserci ma la gara è di 25 giri quindi occorrerà gestire al meglio le gomme, e chi ci riuscirà avrà quel qualcosa in più”.

Una questione difficile da risolvere resta quella delle gomme: “E’ troppo presto per decidere ora quale gomma scegliere. Siamo veloci sia con la dura che con la media, e credo che un po’ tutti domani decideranno all’ultimo. Le condizioni attuali non ci preoccupano, solo il grande caldo può portare la moto a scivolare”.

Chi è riuscito a fare meglio di Iannone, seppur di una sola posizione, è Alex Rins. Lo spagnolo non è certo una novità di questo weekend, ed ha dimostrato la sua velocità sul giro singolo.  “Oggi ci siamo concentrati sul giro veloce – spiega – e siamo davvero tutti vicini; in ogni caso dobbiamo essere soddisfatti. Il mio ritmo è buono e la posizione in griglia è buona, e da questo dobbiamo partire”.

Le speranze per domani quindi sono alte che per il numero 42.

“Abbiamo lavorato nel modo giusto e la moto ha un grande potenziale, quindi sono fiducioso. Vedremo come si evolverà la gara giro dopo giro, e cerchiamo di restare insieme ai primi. Le gomme? Dipende dal caldo, se sarà tanto sceglierò la dura sia davanti che dietro, quindi seguirò quanto fatto in FP4”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti