Tu sei qui

MotoGP, Petrucci: contento della situazione, non della posizione

Danilo è solo 11°: "A due minuti dalla fine ho rotto un sensore, così non ho fatto l'attacco al tempo. Le Honda sono molto più veloci di noi"

MotoGP: Petrucci: contento della situazione, non della posizione

La classifica finale parla dell’undicesima piazza, ma nel caso di Danilo Petrucci non dice tutta la verità. Il ternano infatti si mostra contento della sua prima giornata, nonostante la posizione finale. Fino a pochi minuti dalla fine ero davanti, in una pista che non è una delle nostre preferite. Non sono contento del fatto che domani dovrò fare un salto avanti per entrare nei primi dieci, e contando che al mattino la pista sarà più veloce in molti si miglioreranno, ma non siamo lontani”.

In particolare a limitare Petrux è stato un problema tecnico.

“Ho rotto un sensore, così la moto non riconosceva più dove si trovava nella pista. Ho cercato di rientrare di fretta ai box ma mancavano due minuti, così non sono riuscito a montare la gomma per l’attacco al tempo”.

Nel complesso Danilo non perde la fiducia, e promette battaglia.

“Da stamattina al pomeriggio mi sono sentito molto più a posto, e sono contento di ciò. Le Honda di Crutchlow e gli ufficiali sono molto più veloci di noi, ed anche le Suzuki con gomme usate vanno forte. La situazione non è male comunque, rispetto alle ultime due gare c’è più aderenza e le gomme sono più morbide. Possiamo e dobbiamo fare meglio delle gare precedenti”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti