Tu sei qui

MotoGP, Marquez apre la porta a Dovizioso: "In Honda lui o Dani"

Marc: "L'unica cosa che mi interessa è avere un compagno di squadra forte", Jerez? "Questa pista non è delle migliori per me" 

MotoGP: Marquez apre la porta a Dovizioso: "In Honda lui o Dani"

Un punto. È questo il gap che separa Marc Marquez da Andrea Dovizioso. Adesso la sfida tra i due sbarca in Spagna, su un tracciato dove il forlivese ha sofferto in più occasioni, tanto da non essere mai salito sul podio. Il 93 ha quindi l’occasione per il sorpasso, ma lui preferisce tenere i piedi ben ancorati a terra: “In Europa cambiano molte cose – ha avvisato il sei volte iridato – in particolare le piste, dato che sono più strette rispetto a quelle precedenti. Tra l’altro qua a Jerez ci sarà anche il nuovo asfalto – ha ricordato - di conseguenza sono convinto che i distacchi saranno inferiori. Ho svolto qua un test con la Honda e le sensazioni erano positive”.

Se per Marc il futuro con Honda è una certezza, resta ancora da capire chi sarà il suo compagno: “Ho sentito che Honda stava pensando a Zarco – ha sottolineato -  dato che Johann è veloce. Credo comunque che KTM abbia scelto un pilota competitivo. A me l’unica cosa che interessa è avere un compagno forte – ha dichiarato - gli unici piloti che vedo sono Dani Pedrosa e Andrea Dovizioso, attualmente in testa al Mondiale”.

Insomma, Marc apre la porta al forlivese, ancora alle prese con il rinnovo con Ducati. La sua mente però è focalizzata esclusivamente sul primo round europeo. Già, perché davanti al proprio pubblico, il sei volte iridato sogna di bissare il successo del Texas. Di sicuro non sarà cosa semplice dominare come in America: “Se ognuno ha la possibilità di gareggiare come me ad Austin lo farebbe – ha spiegato - è  il modo più semplice per vincere. Purtroppo la lotta è sempre serrata, anche se in quell’occasione è stato bello disputare quel tipo di gara”.

A Jerez una sola volta ha vinto Marc nella top class: “Questa pista mi piace, ma non è delle migliori per me – ha ammesso - ogni anno sono finito sul podio e questa è la cosa più importante. Cercherò quindi di migliorare –ha assicurato – anche perché nelle precedenti edizioni non mi sentivo bene come ora con la Honda”.

Foto: credit Fermino Fraternali

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti