Tu sei qui

MotoAmerica, Elias e Suzuki vanno all'assalto della Virginia

Su quattro gare disputate, Toni ne ha vinte tre; Scholtz su Yamaha il primo rivale, con Beaubier, Gerloff ed Herrin pronti ad aggiungersi nella lotta

MotoAmerica: Elias e Suzuki vanno all'assalto della Virginia

Ancora pochi giorni ed i protagonisti della serie americana riaccenderanno i motori. La terza tappa MotoAmerica 2018 si correrà nel difficilissimo e selettivo VIRginia Internationale Raceway, circuito situato nella zona Sud degli USA, caratterizzato da ripetuti cambi di pendenza e direzione da affrontare a gas spalancato, senza vedere dove mettere le ruote, affidandosi ad istinto e memoria.

I piloti della classe Superbike disputeranno le gare numero 5 e 6; nelle prime quattro, ben tre sono state vinte da Toni Elias, numero 1 del team Yoshimura, che affida allo spagnolo una GSX-R 1000 gommata Dunlop davvero a punto, tanto da diventare – nelle sue esperte mani – la moto da battere, specialmente su asfalto asciutto.

L’unica volta, per ora, nella quale Toni “le ha prese” è stata nel diluvio della prima manche di Austin, dove a trionfare è stato il sudafricano Mathew Scholtz con la Yamaha R1 del team Westby. Lunghe leve, stile grintoso, il campione Superstock 2017 può dare fastidio ad Elias anche in Virginia, su un tracciato che favorisce i corridori dotati dal punto di vista fisico.

Elias e Scholtz a parte, Cameron Beaubier, Garrett Gerloff (compagni del team Monster Yamaha) si sono, al momento, accontentati dei restanti gradini dei podi sinora celebrati; proprio nel terzo round stagionali i due piloti proveranno a rompere il digiuno, portando in alto le loro R1.

 

Attenzione anche a Josh Herrin, veloce già in Texas; l’ex pilota della Moto2 in Virginia detiene vari primati, tra i quali la pole siglata lo scorso anno. Tra i più esperti e momentaneamente in undicesima posizione in classifica è Roger Lee Hayden, compagno di team di Elias… ancora secco in quanto a vittorie, il fratello minore del grande Nicky potrebbe sbloccarsi proprio sabato o domenica. Niente vittorie né podi per Honda, Kawasaki e BMW, veloci, ma non abbastanza da disturbare i migliori.

 

Per la Supersport sarà il terzo round; assente in Texas, questa classe ha in vetta due leader, appaiati con il medesimo punteggio: 45 punti per il numero 69 Hayden Gillim e stesso score per il 95 JD Beach, che si sono divisi perfettamente vittorie e secondi posti nelle gare disputate e dominate con le Yamaha R6. Non solo in Europa ma anche in America, la 4 cilindri di Iwata è la moto di riferimento nelle medie 600.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti