MotoAmerica, Scholtz trionfa nella pioggia di Austin

Il sudafricano porta la sua R1 alla vittoria per la prima volta quest'anno, la seconda in carriera. Battuti Herrin e Beaubier, 4° Elias

Share


Nonostante abbia avuto uno degli scatti meno felici dallo start, Mathew Scholtz è riuscito a rimontare, sorpassando tutti i top rider, sino a vincere la corsa di Austin contraddistinta dalla pioggia; in pratica: ora il sudafricano è – definitivamente – pure lui uno dei migliori, con il suo primo successo stagionale.

Per Mathew è la seconda vittoria nel MotoAmerica; la prima arrivò nel finale dello scorso campionato al Barber Motosport in Alabama. Il pilota del team Westby ha domato la sua Yamaha R1 sull’asfalto scivoloso del COTA come se fosse asciutto, sfruttando i suoi lunghi arti: essendo davvero alto, il sudafricano somiglia, in alcune manovre, ad un certo Ben Spies…

Scholtz se l’è dovuta vedere soprattutto con il due volte titolato Cameron Beaubier e Josh Herrin, corridore già visto nel Mondiale Moto2 di qualche anno fa; il primo ha commesso un errore dicendo bye bye alla vittoria, il secondo ha provato a resistergli sino al traguardo; ma per lui non c’è stato nulla da fare, Mathew era più veloce in Texas: ho avuto una partenza orribile – ha ammesso il sudafricano – ma poi ho iniziato a rimontare, fino a raggiungere Beaubier ed Herrin. Il primo è caduto, il secondo l’ho superato nel finale sino a tagliare il traguardo da vincitore. Ringrazio la squadra, mi ha dato una moto perfetta”.

Con Herrin sul secondo gradino, il terzo è stato calcato proprio da Beaubier che, dopo la scivolata, si è rimesso in piedi, per cogliere un risultato comunque importante. Il podio di Austin ha visto il dominio di tre corridori cavalcanti tutte R1 di Iwata.

La prima Suzuki è quella di Toni Elias, quarto. Il campione MotoAmerica non si è risparmiato sull’acqua, ma non aveva il passo né l’aderenza necessaria per trionfare; un paio di brutte sbandate gli hanno consigliato di accontentarsi, ed ha fatto bene: lo spagnolo è in testa alla classifica americana, proprio prima di Scholtz.

Jake Lewis, giovane del Kentucky, è arrivato quinto con la GSX-R, dopo di lui altre due Yamaha con Wyman e Gerloff. David Anthony porta al traguardo la Kawasaki, Danny Eslick la BMW. La Honda di Cameron Petersen non ha finito la corsa.

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti