Tu sei qui

MotoGP, Marquez: "Non riesco ad essere veloce come voglio"

Lo spagnolo: "Correre in queste condizioni è difficile, devo spingere di meno e non riesco a curvare come sono abituato"

MotoGP: Marquez: "Non riesco ad essere veloce come voglio"

Andrea Iannone ha soffiato il miglior tempo di giornata a Marc Marquez, ma sul passo lo spagnolo si è rivelato imprendibile. A condire la giornata del sei volte iridato ci si è messa pure una scivolata, senza però riportare conseguenze.

“Il miglior giro l’ho realizzato con la dura, mentre con la media  sono finito a terra – ha ricordato sorridendo Marc- siamo comunque riusciti a migliorare l’assetto della moto, anche se non ho ancora trovato la giusta fiducia. Vedremo domani la situazione – ha aggiunto - devo dire che Vinales non è lontano, ma noi continueremo a lavorare”.

L’attenzione del 93 si sposta poi sulle condizioni del tracciato.

“I sobbalzi ci sono – ha sottolineato - ognuno di noi se ne aspettava di meno, invece sembra di essere allo stesso livello dello scorso anno. È difficile correre così – ha sottolineato - perché spingi meno, i limite è molto più vicino, e non posso curvare come voglio”.

E pensare che i piloti si aspettavano di trovare una situazione diversa.

Lo scorso anno abbiamo chiesto di ridurre gli avvallamenti e lo hanno fatto – ha detto Marc – il fatto è che ogni anno che vengo qua la pista è sempre levigata, così come gli avvallamenti sono presenti nelle curve”.

Il sei volte iridato parla poi della scelta inerente gli pneumatici.

“La gomma dura al posteriore è una opzione per la gara, dato che è consistente e lavora bene – ha sottolineato - devo però provare la media e la soft, anche se con quest’ultima ho avvertito delle vibrazioni. Magari era una gomma con dei problemi già in partenza, mentre con la media penso di avere meno grip”.

Lo spagnolo entra poi nel merito della caduta alla curva undici.

Come ho detto ci sono diversi avvallamenti – ha ribadito – in quell’occasione ho franato molto prima del giro precedente, però ho perso l’anteriore. Questo significa che bisogna essere molto precisi”.

Tra i temi della giornata c’è poi il motore della Honda.

Sto cercando di migliorare –ha spiegato Marquez - nella gara precedente non c’erano molte curve veloci, mentre qua è l’esatto contrario, di conseguenza potrebbe essere un piccolo problema. Al momento non ho ancora la fiducia che voglio – ha ammesso - però sono convinto che faremo un passo avanti”.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti