Tu sei qui

SBK, Rea impone (già) la sua legge ad Assen

L'iridato sigla il miglior tempo nella prima sessione di prove libere. Segue la Yamaha di VD Mark, Forés (3°) meglio di Davies e Melandri

SBK: Rea impone (già) la sua legge ad Assen

All'università il professore sale subito in cattedra. Su un Van Drenthe assolato e con temperature che sorprendono per questo periodo dell'anno, Jonathan Rea apre la tre giorni d'Olanda siglando subito il miglior crono nella prima sessione di prove libere. Johnny su una pista dove la ciclistica e le dotidi guida contano più del motore, e delle sue limitazioni, ha messo subito le cose in chiaro: il feudo tra i tulipani - tre doppiette in tre anni e 11 successi totali - non ha intenzione di cederlo. Per lui un tempo di 1’35.662. 

Alle sue spalle il pilota di casa Michael VD Mark (+0.269) che porta la R1 a poco più di due decimi dalla Kawasaki numero 1. Terza, ma più staccata, troviamo la prima Ducati, ma è quella del sempre più veloce Xavi Forés, che porta la sua bicilindrica targata Barni a 0.697 dal leader di sessione.

Un po' arretrate le due Ducati Aruba, con Chaz Davies che per adesso non fa meglio del quinto tempo, alle spalle di Tom Sykes, con un gap di 0.816 millesimi, mentre Marco Melandri è ottavo staccato di quasi un secondo. Non male il decimo posto di Michael Ruben Rinaldi che porta la terza Ducati Aruba in top ten con un riferimento di 1'36.615 (+0.953 da Rea). 

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti