Tu sei qui

Moto2, FP2: Oliveira e la KTM dominano ad Austin

È ancora il portoghese del team Ajo il più veloce, battuti Lowes ed Alex Marquez. 9° Pasini, 11° Fenati, 12° Bagnaia e 13° Baldassarri 

Moto2: FP2: Oliveira e la KTM dominano ad Austin

La pista più pulita ha permesso anche ai piloti della middle class di migliorare, nella seconda sessione di prove libere sulla pista texana del Circuit Of The Americas.

Giusto un secondo in meno, da 2’12”104 a 2’11”104. Ecco di quanto ha abbassato il suo tempo Miguel Oliveira, primo nella mattinata ed ancora primo nel pomeriggio; il pilota portoghese del team Ajo sfrutta al meglio il potenziale della sua KTM motorizzata Honda che, nel team finlandese, è ottimamente sviluppata ed assistita dalla Casa austriaca, che ha aumentato il proprio impegno ed i propri investimenti in Moto2 e lo farà anche il prossimo anno nella MotoGP.

In forma anche Sam Lowes, sempre su KTM, a 21 millesimi da Oliveira; il britannico è tornato nella classe di mezzo per essere protagonista e non una semplice comparsa come lo era lo scorso anno con l’Aprilia in MotoGP.

Terzo Alex Marquez, che sfoggiava un paio di stivali nuovi, in pieno USA style; quarto Brad Binder con la seconda moto del team Ajo, autore anche di un paio di dritti fuori pista.

Bravo Joan Mir. Il Campione del Mondo della Moto3 ha il quinto tempo nella classifica di giornata, prima dei connazionali spagnoli Vinales (Isaac), Lecuona e Barbera.

A lungo nel garage Italtrans per risolvere un problema tecnico ad un sensore elettronico della sua Kalex, una volta in pista Mattia Pasini ha siglato il nono crono, a circa mezzo secondo da Oliveira.

Dopo il decimo tempo di un davvero variopinto e derapante Jorge Navarro, ecco Romano Fenati, undicesimo; rispetto al mattino, l’ascolano è apparso più a suo agio sulla Kalex del team Snipers, contenendo il gap dal leader del turno di 675 millesimi.

Francesco Bagnaia ha dovuto attendere che i meccanici del team Sky VR46 ripristinassero al meglio la sua Kalex, andata distrutta nel volo del mattino; “Pecco” ha solo rimediato qualche botta, la moto ne è uscita malconcia. Alla fine, dodicesimo tempo per lui.

Tredicesimo crono per Lorenzo Baldassarri, prima di Simone Corsi, posizione numero 16 nella lista ottenuta da Luca Marini. Questo gruppetto di azzurri dovrà, innanzitutto, trovare migliori risultati nelle qualifiche di domani, se vorrà essere protagonista nella gara di domenica.

Scivolato in maniera innocua il giapponese Tetsuta Nagashima, oggi ventesimo, prima di Andrea Locatelli; l’americano Joe Roberts gioca in casa ad Austin e chiude ventiquattresimo, a terra anche l’olandese Bendsneyder, in posizione 25 con la Tech3 dotata di telaio Mistral.

Anche in Texas Manzi e Fuligni iniziano in salita: ventisettesimo crono per Stefano, ultimo per Federico.

 

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti