MotoAmerica, Un Elias anfibio centra il bis a Road Atlanta

Su pista allagata, Toni e la Suzuki battono Beaubier e la Yamaha, sul podio anche Scholtz. Nella Supersport vittoria di Hayden Gillim

Share


Ieri su asfalto asciutto, oggi sotto alla pioggia: che doppietta, Toni Elias!

Sulla difficile pista di Road Atlanta – Georgia – lo spagnolo ha onorato il numero 1 appiccicato (o meglio: verniciato) sul cupolino della sua Suzuki GSX-R, conquistato meritatamente lo scorso anno, siglando nel primo weekend 2018 una indiscutibile doppietta.

Nel diluvio, Toni ha attaccato Cameron Beaubier, lo ha superato, per poi vincere con un distacco non troppo cospicuo: un secondo e mezzo o poco più. Sufficiente per archiviare alla diciottesima affermazione nel MotoAmerica: un fine settimana perfetto – ha esclamato felice – era dal 2001 che non vincevo una corsa bagnata. Devo ringraziare Roger Lee Hayden e Cameron Beaubier per i riferimenti forniti involontariamente durante la bagarre, ed il grosso merito è della squadra”. Ora Elias ed il team Yoshimura rappresentano (ancora) il binomio da battere.

Contento anche Beaubier. Il californiano è caduto tre volte in tre giorni, ma in gara 2 è rimasto in piedi, centrando un bel secondo posto. Autore di una uscita nel fango, Mathew Scholtz ha poi recuperato terreno, sino ad acciuffare il terzo posto finale. Ricapitolando: una Suzuki sul gradino più alto, due Yamaha su quelli restanti.

In una gara caratterizzata da condizioni difficili, hanno completato la distanza prevista solo 9 piloti: Wyman su Yamaha, Hayden con la seconda Suzuki Yoshimura, Herrin e Ferreira con altre due R1, la Kawasaki di Bruno Silva ha battuto Garrett Gerloff – ieri sul podio – team mate di Beaubier. 

Tanta acqua anche per la folta classe Supersport, nella quale ha vinto Hayden Gillim, ieri giunto secondo. Hayden guida una R6 del team Rickdicoulous, ma troppo ridicoli non sono, tuttaltro: la squadra mette a disposizione di Gillim una ben preparata R6, che oggi gli ha consentito di battere il diretto rivale JD Beach, il vincitore di ieri.

Ashton Yates completa il podio, da notare la presenza fitta di tante Yamaha nelle prime 11 posizioni e 3 Suzuki. Dal dodicesimo arrivato in poi, sono tutti piloti doppiati.

Il prossimo appuntamento stagionale MotoAmerica sarà ad Austin, in concomitanza con la terza tappa del Motomondiale.

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti