Tu sei qui

SBK, SS600: Krummenacher fa suo il warm up di Aragon

Dopo lo svizzero, il Campione Mahias. In Superstock 1000 è sempre Reiterberger in vetta, nella Supersport300 Mika Perez batte tutti

SBK: SS600: Krummenacher fa suo il warm up di Aragon

Share


Randy Krummenacher ha vinto in Thailandia, con una bella sportellata ai danni del Campione Lucas Mahias, beffato a pochi metri dal traguardo. Lo svizzero ed il francese non hanno concesso siparietti e cinema “B movie” da prime donne: si sono stretti la mano, promettendosi battaglia anche nei round successivi.

Nel warm up è il pilota del team Evan Bros a far la voce grossa: 1’54”422 il crono siglato dall’elvetico con la R6 gialla e nera, meglio di quasi mezzo secondo rispetto a quella del francese del team GRT.

Terzo Julies Cluzel – sempre su R6 – stessa moto per Federico Caricasulo, quarto con la quattro cilindri in linea di Iwata.

Raffaele De Rosa porta la MV Agusta in sesta posizione, dopo la tre cilindri italiana, la tre cilindri britannica, con Luke Stapleford su Triumph. Settimo Kyle Smith con la Honda CBR, ottavo il poleman Sandro Cortese: il tedesco ha trovato il campionato giusto per lui ed oggi punterà al podio, perlomeno. Nono il sudafricano Morais, sostituto sulla Ninja Puccetti dell’infortunato Sofuoglu, dodicesimo Ayrton Badovini con la seconda F4 del team Vamag.

Ventesimo tempo per Alfonso Coppola, il giovane pilota Yamaha che lo scorso anno contese sino all’ultimo centimetro il successo nella neonata Supersport 300 a Marc Garcia, ventisettimo Michael Canducci su Kawasaki.

In Superstock 1000 è ancora il tedesco Markus Reiterberger in vetta, con la sua BMW S 1000RR; 1’57”682 il crono del poleman che, per ora, sembra inarrestabile. Come ieri, Tamburini e Sandi sono nei primi tre, quarto Florian Marino con la Yamaha.

Quinto Scheib su Aprilia, undicesimo Riccardo Russo con la Kawasaki. Da notate che molti tempi siglati sono più veloci di alcune Superbike presenti in grlglia.

Nella Supersport 300 è stato Mika Perez il più lesto, segnando un 2’09”684 con la nuova Ninja 400. Anche l’olandese Schotman dispone di una Kawasaki e si prende la seconda posizione. Paolo Grassi finisce con il terzo crono, arrivato con la sua Yamaha R3.

Su 40 piloti in pista, è quinta la KTM di Meuffels, Ana Carrasco è undicesima, Maria Herrera ventiduesima. Le due signorine spagnole sgomiteranno a braccia larghe contro tutti gli avversari maschietti.

Articoli che potrebbero interessarti