Tu sei qui

SBK, SSP: Dominio Yamaha, ben cinque R6 al vertice, 1° Krummenacher

Nel secondo turno di libere lo svizzero precede Mahias, Cortese e Caricasulo, 5° Cluzel, 7° De Rosa, 9° Badovini, 10° Canducci, 15° Morais

SBK: SSP: Dominio Yamaha, ben cinque R6 al vertice, 1° Krummenacher

Share


Trattasi a tutti gli effetti di una vera e propria prova di forza. La Yamaha ha dimostrato di essere la moto di riferimento nei primi due appuntamenti stagionali e anche in Spagna la musica è rimasta invariata. Ci sono infatti ben cinque R6 a dominare le prime posizioni del venerdì. Davanti a tutti quella di Randy Krummenacher. Il vincitore del round di Buriram ha trovato nel finale lo spunto per agganciare la prima posizione grazie al tempo di 1’54”750. La classifica però è cortissima perché in soli 70 millesimi ci sono ben quattro piloti, nell’ordine Lucas Mahias, Sandro Cortese e Federico Caricasulo.

Si preannuncia quindi una battaglia infuocati in casa Yamaha, senza scordarsi di Jules Cluzel, affamato di rivincita dopo la Thailandia e distante poco più di un decimo dalla vetta (+0.118). Alle spalle del francese inizia poi la voragine, dal momento che la Triumph di Stapleford accusa oltre mezzo secondo di ritardo dalla vetta. E che dire poi di Raffaele De Rosa, costretto a fare i conti con quasi otto decimi di gap dalla leadership (+0.767).

Insomma, per la concorrenza la strada sembra essere tutta in salita e il discorso vale anche per Smith, Badovini e Canducci, tutti e tre nell’ordine racchiusi in poco più di 30 millesimi. Rimane a sorpresa fuori dalla top ten Nick Tuuli (+1.163), dodicesimo, seguito dalle Kawasaki di Okubo, Anthony West e Sheridan Morais. Un avvio in salita per il pilota sudafricano, costretto a guardare la vetta dalla quindicesima posizione con un ritardo che arriva a toccare il secondo (+1.816). Domani ci si aspetta il riscatto.      

Articoli che potrebbero interessarti