Tu sei qui

SBK, Pirelli sfoggia ad Aragon ben tre novità

In occasione del primo round europeo delle derivate, la Casa porta in pista un nuovo pneumatico anteriore e due posteriori

SBK: Pirelli sfoggia ad Aragon ben tre novità

Il Mondiale Superbike sbarca in Europa e per Pirelli l’appuntamento raddoppia, dal momento che nel fine settimana vedremo in pista anche la Stock1000 e la Sport300.  Per l’occasione i piloti della Superbike e della SuperSport  potranno contare su nuove soluzioni di sviluppo

Il circuito spagnolo si caratterizza per l’elevato tenore di aggressività dell’asfalto che interessa in modo particolare i pneumatici posteriori. La superficie del circuito di Aragón presenta infatti una rugorosità molto pronunciata che si unisce a temperature non troppo alte e tipiche del mese di aprile. L’abrasività dell’asfalto può inoltre essere ulteriormente accentuata dall’eventuale presenza di residui sabbiosi trasportati dal vento. La sabbia che si deposita sul manto stradale impedisce infatti il contatto ottimale tra battistrada e asfalto, causando possibili perdite di aderenza in percorrenza e derive verso il centro di curva.Le soluzioni posteriori scelte da Pirelli per questo tracciato hanno quindi lo scopo di trovare il giusto compromesso tra stabilità e rigidità delle mescole e il grip che possono esprimere a caldo.

I pneumatici anteriori, invece, oltre all’usura causata dall’aggressività dell’asfalto, dovranno sopportare la violenta frenata in fondo al rettilineo opposto al rettilineo dei box e le forti pendenze che causano un carico sull’anteriore elevato così come le curve veloci e i molteplici cambi di direzione, dove è richiesto un buon livello di precisione ed aderenza al suolo.

Ecco tutte le soluzioni proposte dalla Casa per i piloti della Superbike

 

Le statistiche 2017 Pirelli per MotorLand Aragón
 
• Numero totale di pneumatici portati da Pirelli: 4766
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSBK: 5 anteriori e 7 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSBK: 40 anteriori e 34 posteriori
 
• Numero di soluzioni (asciutto, intermedia e bagnato) per la classe WorldSSP: 6 anteriori e 6 posteriori
 
• Numero di pneumatici a disposizione di ogni pilota WorldSSP: 20 anteriori e 23 posteriori
 
• Best Lap Awards Superbike vinti da: Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team),in 1'50.597  (Gara 1, 10° giro) e da Chaz Davies (Aruba.it Racing - Ducati),in 1'50.954(Gara 2, 17° giro)
 
• Best Lap Awards Supersport vinto da: Michael Canducci (Puccetti Racing Junior Team FMI), in 1'55.609 al 9° giro
 
• Temperatura in Gara 1: aria 14° C, asfalto 23° C
 
• Temperatura in Gara 2: aria 14° C, asfalto 23° C
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Superbike in gara: 325,3 km/h, realizzata da Marco Melandri (Aruba.it Racing - Ducati) in Gara 2 al 1° giro
 
• Velocità massima raggiunta dagli pneumatici Pirelli DIABLO™ Supercorsa nella gara WolrdSSP: 282 km/h, realizzata da Loris Cresson (SC Racing-RPM84) al 3° giro.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti