Tu sei qui

Moto3, Bastianini e Marini: l'Italia brilla nei warm up argentini

In Moto3 il "Bestia" svetta, 3° Bezzecchi. Nella Moto2 è il fratello di Valentino Rossi il più veloce, 3° Baldassarri, 6° Bagnaia

Moto3: Bastianini e Marini: l'Italia brilla nei warm up argentini


Nel corso della notte, a Rio Hondo ha piovuto molto, allagando la pista argentina d’acqua. Tutti i piloti della Moto3 hanno effettuato il turno di warm in condizioni di bagnato, usando le Dunlop rain: diversamente dai giorni scorsi, l’asfalto offriva condizioni omogenee e non maculate.

È di Enea Bastianini il tempo più veloce nei 20 minuti della entry class, arrivato con un attacco deciso nelle battute finali, che gli ha garantito il primato ed un 1’58”608, inarrivabile per i suoi avversari. Il romagnolo del team Leopard ha domato la sua Honda sul bagnato tracciato argentino, rivelatosi meno scivoloso rispetto alle prime sessioni asciutte del venerdì.

Tatsuki Suzuki ha messo la Honda del team SIC58 dietro a quella di Bastianini, terzo è Marco Bezzecchi con la KTM: proprio lui sembrava quello più disinvolto nella guida, in gara sarà della partita per la vittoria.

Gabriel Rodrigo da il buongiorno al pubblico amico con un quarto tempo, Fabio Di Giannantonio ha concluso quinto; il malese Norrodin ha il sesto crono ed il passo da podio. Settimo Jorge Martin – vincitore in Qatar – ottavo Canet, nono lo scozzese McPhee.

Gli altri italiani: tredicesimo Antonelli, seguito da Lorenzo Dalla Porta; rispetto a quanto visto a Losail, i due dovranno cambiare passo in gara. Andrea Migno è diciassettesimo, il poleman Arbolino appena dietro, Foggia e Bulega hanno i tempi numero 20 e 21.

Gomme da bagnato anche per i protagonisti della Moto2 e 20 minuti disponibili pure per loro. Bello stile e primo tempo per Luca Marini, abile e svelto sull’acqua con la Kalex del team Sky R46; il tempo del fratello di Valentino Rossi è di 1’55”481, con una velocità massima di 261 chilometri orari.

Secondo crono per Hector Barbera, un rookie in Moto2: lo spagnolo ha corso in 125, in dueemmezzo, nella MotoGP e mai nella middle class a quattro tempi motorizzata Honda. Sul bagnato, ha avuto grande confidenza.

Buon feeling anche per Lorenzo Baldassarri, terzo a fine sessione, con 362 millesimi di gap da Marini; prima del sesto tempo di Bagnaia, ci sono lo spagnolo Vierge – anche oggi in forma – e l’americano Joe Roberts, sempre bravo sull’acqua.

Settima posizione per Alex Marquez, dodicesimo Fenati che, in queste condizioni, è apparso più sciolto rispetto a quanto ha mostrato con l’asciutto. Simone Corsi e Mattia Pasini sono nei primi 20, dentro anche il Campione Moto3 Joan Mir. Locatelli, Fuligni e Manzi restano fuori dal gruppo dei più veloci a Termas.

 

 

Articoli che potrebbero interessarti