Tu sei qui

MotoGP, Iannone: "Ho in mano carte buone da giocarmi"

Andrea quinto al termine del primo giorno: "Soffro ancora troppo in curva e col grip, ma sappiamo come risolvere questi problemi"

MotoGP: Iannone: "Ho in mano carte buone da giocarmi"

La prima giornata di libere a Rio Hondo vede brillare la Suzuki di Andrea Iannone. Al termine delle due sessioni, il pilota di Vasto occupa la quinta piazza nella combinata, anche se deve fare i conti con un gap di un secondo dalla vetta. Nonostante il distacco dalla Honda di Marquez, The Maniac mostra sicurezza e fiducia, perché sa come colmare quel divario.

“È stata una giornata positiva – ha esordito il 29 - non sono uno che si accontenta facilmente, dato che voglio sempre di più. Purtroppo nel pomeriggio è mancato qualcosa rispetto alla FP1 – ha ammesso - in FP2 ho infatti sofferto e di conseguenza dobbiamo riuscire a colmare il gap. Penso comunque di avere delle buon carte da giocare”.

Andrea preferisce quindi vedere il bicchiere mezzo pieno.

“In qualunque condizione riusciamo ad essere performanti – ha sottolineato - soffro meno rispetto al passato e avverto la giusta fiducia con la moto, anche se al pomeriggio ho faticato molto col vento in quanto a stabilità. Di sicuro abbiamo diverse informazioni che ci consentiranno di risolvere alcuni problemi”.  

Iannone entra poi nel dettaglio.

“La velocità nel rettilineo è buona mentre devo rivedere qualcosa nelle curve – ha ammesso – siamo partiti col piede giusto, anche se come detto nel pomeriggio ho perso in termini di competitività. Molti piloti hanno sofferto di più, altri meno,  devo quindi recuperare in curva e anche sul grip”.

Non manca poi una battuta sulle gomme.

Oggi ho utilizzato tutti gli pneumatici a disposizione e mi sono trovato bene –ha svelato - devo verificare la media all’anteriore, perché ho ancora qualche dubbio”.

Tra le novità di questo fine settimana, c’è poi la riasfaltatura del tracciato, un aspetto che ha caratterizzato in particolare la mattinata.

 “Ci sono meno avvallamenti ed è senza dubbio meglio – ha sottolineato il 29 – devo dire  però che non cambia più di tanto rispetto a prima, dato che il grip non è il massimo. Speriamo quindi sia diverso domani”.

Il suo volto a fine giornata appare sereno e disteso.  

“Merito dell’allineamento dei pianeti – ha scherzato - ho risolto diversi problemi per poter andare avanti, di conseguenza va tutto abbastanza bene”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti