Tu sei qui

Shark EVO-ONE 2: grinta double face

Il modulare sportivo dell'azienda francese si evolve: omologato P/J ha il sistema brevettato per il movimento automatico della visiera 

News Prodotto: Shark EVO-ONE 2: grinta double face

In occasione della prima gara del Motomondiale della classe MotoGP, che si è svolta in Qatar il 18 marzo, è apparso per la prima volta l’EVO-ONE 2, l’ultima evoluzione del casco modulare Shark Evo-Line, con un testimonial d’eccezione: Johann ZARCO.

Ora sarà disponibile anche al pubblico, si chiama EVO-ONE 2, evoluzione del modulare Evo-Line, ed è dotato di calotta in termoplastica di ultima generazione, ovvero, la calotta è ora più aerodinamica e compatta, ed anche più sicura.

Le grafiche, scelte per garantire una estetica che non sia sobria ed anonima, ma di rilievo, puntano sullo stile tecnologico, sulla grande visibilità, su decisi contrasti di colori, e non manca il classico bianco & nero.

Ad un prezzo che parte da 406 euro I.V.A. inclusa, l’EVO-ONE 2 è disponibile in 5 diverse taglie e le grafiche previste sono ben 17; le taglie della calotta sono due, gli interni sono removibili e lavabili, il peso è di 1,650 chilogrammi.

Sottoposto con successo a doppi omologazione P/J, il nuovo nato di casa Sharq ha un profilo disegnato con il fine di ridurre al massimo il rumore, ed è predisposto per l’utilizzo di apparecchi di comunicazione SharqTooth. Tra le caratteristiche peculiari ci sono anche il visierino parasole maggiorato rispetto al precedente modello, ed il sottogola a scomparsa.

Qualora non foste veloci come Johann Zarco, non vi preoccupate: con il nuovo Shark EVO-LINE 2 potete avere gli stessi standard di sicurezza dei quali gode il pilota francese.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti