Tu sei qui

Moto3, CEV al via: erede di Foggia cercasi

Scatta dall'Estoril la nuova stagione. Fernandez e Garcia tra i favoriti, ma occhio a Pagliani e Vietti Ramus. In Moto2 Zaccone e Marcon gli unici azzurri

Moto3: CEV al via: erede di Foggia cercasi

L’anno solare del mondo a due ruote può dirsi iniziato, e piano piano tutti i campionati stanno alzando il sipario sulla propria stagione 2018. Questo weekend ad esempio sarà il turno del CEV, che inizia la propria annata sul bellissimo circuito dell’Estoril. Luci puntate sulla Moto3, denominato ormai da più stagioni Mondiale Junior, indubbiamente la classe più formativa per i giovani piloti e di conseguenza fucina di talenti. Una classe che tra l’altro è da tre stagioni terra di conquista per i colori italiani, visti i successi dal 2015 ad oggi di Nicolò Bulega, Lorenzo Dalla Porta e, nella passata stagione, di Dennis Foggia.

Con quest’ultimo migrato (come prevedibile) nel mondiale, al pari di Jaume Masia ed Alonso Lopez (2° e 3° nel 2017), la lotta per il titolo è senza dubbio aperta e con tanti nomi nella lista dei candidati. Scorrendo dunque la classifica dello scorso anno, un primo nome da tenere d’occhio è quello di Vicente Perez, confermato dal team Avintia e già presente lo scorso anno nel mondiale come wild card. Come da tradizione non potrà mancare nelle prime posizioni il team Estrella Galicia, che avrà come punte di diamante i confermati Jeremy Alcoba e Sergio Garcia, autori di una vittoria a testa l’anno scorso.

Attenzione anche a Raul Fernandez, che dopo il terzo posto assoluto nel suo anno di debutto (2016) ed una scorsa stagione molto difficile punta a tornare in alto, grazie anche al supporto del team Angel Nieto, ovvero il team di Aspar Martinez. A proposito di volti nuovi invece, un occhio di riguardo lo meritano senza dubbio i gemelli Oncu, Can e Deniz. Classe 2003, sono tra i prodotti più interessanti della “Academy” di Kenan Sofuoglu, nella passata stagione hanno impressionato tutti conquistando complessivamente sei vittorie nella Rookies Cup e quest’anno avranno a disposizione una struttura di grande livello come il team Ajo, al debutto in categoria.

E gli italiani? Ovviamente non mancano, nemmeno per quanto riguarda la lotta al titolo. In questo senso le fiche vanno senza dubbio puntate su Manuel Pagliani: il pilota veneto, dopo un anno di apprendistato nel mondiale, ha accettato di tornare in un campionato nazionale sposando la causa del team Leopard, con l’obiettivo del titolo in sella alla Honda. Occhi puntanti anche su Celestino Vietti Ramus, rimasto nello Sky Racing Team e pronto a sorprendere come Bruno Ieraci, veloce pilota abruzzese entrato quest’anno nelle fila del SIC58 Squadra Corse e Yari Montella, confermato proprio dal team di Paolo Simoncelli. Altro nome da non tralasciare è quello di Stefano Nepa, campione nel CIV Premoto3 nel 2014 ed ai nastri di partenza in sella ad una KTM. Alla ricerca di un ruolo da protagonista dopo una stagione di apprendimento in categoria anche Riccardo Rossi ed Andrea Cavaliere.

Passando invece ai debuttanti, sono pronti ad iniziare la stagione due grandi protagonisti del CIV Moto3 2017 come Kevin Zannoni ed Anthony Groppi. Il primo è stato vicecampione, ed ha già debuttato l’anno scorso sia nel CEV (nel round finale di Valencia) che nel mondiale (a Misano), mentre il secondo ha raccolto due podi tricolore militando nel team Gresini. Passando per un attimo ai team, una menzione particolare va al Max Racing Team ed al team Snipers. Il primo, gestito ovviamente da Max Biaggi, debutta nel CEV dopo un anno nel CIV con Davide Pizzoli, pilota già esperto della categoria e Marc Garcia, campione l’anno scorso della neonata Supersport300. Si tratta di un debutto anche per la famiglia Cecchini, che esporta la propria squadra affidando una Honda ad Aleix Viu, pilota senza dubbio in grado di regalare buone prestazioni.

MOTO2 – Pochi partenti ma garanzia di spettacolo. Può essere questo il commento ad una griglia ridotta nel numero, ma che contiene tanti giovani interessanti ed alcuni ritorni di spicco. In quest’ultima categoria rientrano Jesko Raffin ed Edgar Pons, campioni rispettivamente nel 2014 e nel 2015, ma attenzione anche ad Augusto Fernandez, vecchia conoscenza della Superstock 600 nonché sostituto di Bassani l’anno scorso nel team Speed Up nel mondiale.

Parlando di italiani, proprio il team di Boscoscuro schiererà, appoggiato dal team Ciatti, il debuttante Tommaso Marcon, l’anno scorso nel CIV Moto3. L’altro italiano in categoria è Alessandro Zaccone, che dopo la stagione in MV eredita la moto campione di Granando e punta ovviamente a non farlo rimpiangere.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti