Tu sei qui

MotoGP, Espargarò: il nuovo motore non è una grande rivoluzione

Ma l'alfiere Aprilia è comunque fiducioso: "In curva siamo più competitivi e le sensazioni sono migliori rispetto alle prove invernali" 

MotoGP: Espargarò: il nuovo motore non è una grande rivoluzione

Un venerdì tutto alla rincorsa quello di Losail per Aleix Espargarò, rimasto fuori dalla top ten per tre decimi e costretto ad accontentarsi del dodicesimo crono. Lo spagnolo è sceso in pista sfoggiando tra l’altro il nuovo motore, che da tempo attendeva. Di sicuro le sensazioni sono migliori rispetto ai test.  

“Devo dire che sono più contento in confronto alle prove invernali – ha esordito lo spagnolo -  il nuovo motore non una così grande rivoluzione come pensavo, ma  simo comunque vicino ai primi, inoltre sul passo gara possiamo essere veloci”.

Aleix entra poi nel dettaglio riguardo l’ultima evoluzione portata in pista dalla Casa di Noale.

“Redding dice che è molto performante nell’entrata in curva – ha ricordato – io dico invece che riesco a essere veloce per l’intero raggio ed è un aspetto sicuramente positivo. Inizialmente ero abbastanza cauto – ha aggiunto – dato che gli italiani hanno un metodo diverso rispetto ai giapponese, pero sono soddisfatto, dal momento che è stato compiuto un passo avanti”.

Per lui i test precedenti la gara non sono stati certo semplice.

“È stato un brutto inverno, infatti ero particolarmente amareggiato – ha ammesso – ora penso che possiamo fare qualcosa di più in termini di competitività”.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti