Tu sei qui

MotoGP, UFFICIALE: Valentino Rossi con Yamaha fino al 2020

L'annuncio è arrivato oggi. Il Dottore: "sarà una sfida difficile essere competitivo fino a 40 anni ma le motivazioni non mi mancano"

MotoGP: UFFICIALE: Valentino Rossi con Yamaha fino al 2020

L’annuncio ufficiale è arrivata puntuale alla vigilia del GP del Qatar: Valentino Rossi ha firmato il rinnovo con Yamaha e correrà in MotoGP fino al 2020.

La storia del Dottore con la Casa giapponese è ormai un vero e proprio matrimonio che ha portato in dote 56 vittorie, 43 secondi posti e 35 terzi posti in 206 Gran Premi insieme.

Quando avevo rinnovato con Yamaha a marzo del 2016, mi ero chiesto se sarebbe stato il mio ultimo contratto in MotoGP - ha commentato Rossi - In quel momento, mi ero detto che avrei preso la decisione durante i successivi due anni. Sono arrivato alla conclusione che voglio continuare a correre, a essere un pilota di MotoGP, perché è la cosa che mi fa sentire meglio, specialmente quando guido la mia M1.

Avere l’opportunità di lavorate con la mia squadra, con Silvano, Matteo e tutti i meccanici, e con gli ingegneri giapponesi, da Tsuji in giù, è un piacere: sono felice - ha continuato - Voglio rinraziare Yamaha, Lin Jarvis e Maio Meregalli in particolare, per la loro fiducia, perché la sfida sarà difficile: essere competitivo fino ai quarant’anni. So che sarà dura e servirà un grande sforzo dalla mia parte e tanto allenamento ma sono pronto, non mi mancano le motivazioni ed è per questo che ho firmato per altri due anni”.

Il managing director di Yamaha, Lin Jarvis, ha espresso la sua soddisfazione: “la conferma del rinnovo biennale di Valentino del contratto con Yamaha è grande modo per iniziare la stagione 2018 qui in Qatar. La notizia può non essere una sorpresa, perché Valentino aveva già chiarito di volere continuare a correre, ma questa riconferma sicuramente sarà la benvenuta per il milioni di suoi tifosi nel mondo”.

È stato molto facile trovare un accordo con lui - ha raccontato - Come squadra ufficiale abbiamo bisogno di grandi piloti capaci di vincere e che si impegnino totalmente per ottenere questo risultato. Nonostante le tante stagioni alle sue spalle e i suoi 39 anni, Vale si impegna oggi quanto non mai e non c’è dubbio che sia ancora un pilota top, come ha testimoniato in tempi recentissimi il suo secondo posto nei test qui in Qatar. Ora il nostro lavoro sarà, come azienda e squadra, di dargli la migliore moto possibile per permettergli di lottare per vincere gare e campionato”.

Avere con noi sia Maverick che Valentino fino al 2020 ci permette di concentrare tutte le nostre energie sulla stagione 2018 e ed essere dei forti avversari in ogni gara” ha concluso.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti