Tu sei qui

Moto2, KTM all'attacco: 1° Lowes, 2° Lecuona, 3° Binder

La moto austriaca domina la seconda giornata di test a Jerez, 4° Bagnaia, 6° Marquez, 7° Fenati, nei primi dieci anche Pasini e Marini

Moto2: KTM all'attacco: 1° Lowes, 2° Lecuona, 3° Binder

Chi si aspettava l’ennesimo testa a testa tra Alex Marquez e Francesco Bagnaia nella seconda giornata di test a Jerez, ne è rimasto presto deluso. A conquistare tutti i riflettori del mercoledì sono infatti le KTM di Sam Lowes, Iker Lecuona e Brad Binder. Prestazioni da incorniciare quelle dei portacolori della Casa di Mattighofen, a tal punto da dominare le prime tre posizioni. Di più non ci si poteva proprio aspettare in casa CBGM con la doppietta messa a segna dalla coppia Lowes-Lecuona.

I due piloti sono stati gli unici a scendere sotto il muro dell’1’42” col britannico autore del riferimento in 1’41”823. Un decimo più lento invece lo spagnolo (+0.137), che precede la KTM di Brad Binder (+0.188). Il sudafricano ha realizzato lo stesso riscontro cronometrico al millesimo di Francesco Bagnaia, che quest’oggi si è dovuto accontentare del quarto crono. Nel confronto con Alex Marquez, il portacolori Marc VDS accusa 150 millesimi, preceduto da Xavi Vierge. Come è possibile evidenziare, i tempi del mercoledì sono particolarmente ristretti, dal momento che ben venti piloti sono racchiusi in un solo secondo.

Tra gli azzurri presenti nella top ten troviamo anche Romano Fenati (+0.545), il migliore tra i rookie. Terzo nella giornata di ieri, il pilota ascolano sta dimostrando sempre più fiducia con la categoria intermedia e il settimo crono del mercoledì davanti alla KTM di Miguel Oliveira ne è la conferma. Negli scarichi del portoghese altri due italiani, si tratta di Mattia Pasini e Luca Marini, racchiusi in soli 70 millesimi. Manca invece l’aggancio alla top ten per 20 millesimi Lorenzo Baldassarri, che da quest’anno avrà il compito di tenere alti i colori del team di Sito Pons.

Per quanto riguarda gli altri connazionali, giornata alla rincorsa per Simone Corsi, soltanto diciannovesimo con circa un secondo dalla leadership, più arretrato Andrea Locatelli. Nelle posizioni di coda Stefano Manzi e Federico Fuligni. Domani turno conclusivo con semaforo verde alle ore 10:00.    

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti