Tu sei qui

Moto2, Test Jerez: brilla Bagnaia, ma la sorpresa è Fenati, 3°

Tra i due connazionali si inserisce Lecuona, 4° Marquez, 5° Baldassarri, 7° Marini, poi il vento rovina i piani del pomeriggio

Moto2: Test Jerez: brilla Bagnaia, ma la sorpresa è Fenati, 3°

Meglio di così non potevano iniziare i test di Jerez per Francesco Bagnaia. Nell’ultimo appuntamento prima del via della stagione, l’alfiere dello Sky Racing Team ha recitato nuovamente la parte da protagonista, mettendo tutti in riga grazie al crono di 1’42”433. La prestazione del piemontese risulta circa otto decimi più lenta rispetto a quella registrata venti giorni fa, ma bisogna sottolineare che le condizioni meteo odierne non erano delle migliori.

Al pomeriggio la temperatura si è infatti abbassata fino ai tredici gradi, mentre il vento ha mandato in fumo il terzo turno, tanto che squadre e piloti sono rimasti fermi ai box. Tornando ai crono, se Bagnaia rappresenta una conferma, la sorpresa del martedì è senza dubbio Romano Fenati. Un terzo tempo da incorniciare per il pilota ascolano, il migliore tra i rookie, a soli tre decimi dal connazionale (+0.332). Il portacolori Snipers sta quindi confermano la propria crescita in Moto2 e il crono odierno è un segnale da non sottovalutare.

Tra i due azzurri si inserisce invece lo spagnolo Iker Lecuona (+0.248), mentre quarto Alex Marquez (+0.347), chiamato a fare i conti un gap di tre decimi e mezzo dalla vetta. L’alfiere Marc VDS è quindi costretto a rincorrere e lo stesso discorso vale per Miguel Oliveira, protagonista nella seconda parte della scorsa stagione. Il portoghese archivia il martedì con l’ottavo crono, a soli 38 millesimi da Luca Marini, che lo precede in settima piazza.

Rimanendo in tema di piloti italiani, buone notizie giungono da Lorenzo Baldasarri, autore del quinto tempo di giornata davanti a Xavi Vierge. Tra coloro costretti a rincorrere compare invece Sam Lowes, costretto ad accontentarsi del nono posto a oltre mezzo secondo dalla vetta (+0.568). È andata addirittura peggio a Hector Barberà, soltanto tredicesimo alle spalle di Mattia Pasini (+0.913),  quest'ultimo autore di una giornata in chiaroscuro a oltre nove decimi dalla vetta.

Nelle retrovie Andrea Locatelli e Stefano Manzi. Ricordiamo che alla tre giorni di Jerez non partecipa Joan Mir, out per una distorsione al braccio destro rimediata in seguito a una caduta dalla moto da cross. L’iridato Moto 3 lo rivedremo in pista soltanto a Losail. Domani semaforo verde alle ore 11:20.       

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti