Tu sei qui

SBK, A Phillip Island Baz ha corso con la spalla fratturata

Dopo l'operazione di Rea, ecco un altro retroscena a seguito del round australiano, la presenza di Loris a Buriram è comunque confermata

SBK: A Phillip Island Baz ha corso con la spalla fratturata

Share


In Australia non solo Johnny Rea ha dovuto stringere i denti. Se da una parte il tre volte iridato ha dovuto fare i conti con il dolore alla mano, complice l’operazione subita ad inizio mese all’anulare, dall’altra Loris Baz ha disputato entrambe le gare con la spalla destra fratturata.

La caduta rimediata dal francese nel corso della FP2 del venerdì è costata al portacolori Althea la frattura composta del tubercolo maggiore (trochite). È quanto si legge nel referto dopo il pilota si è recato in Svizzera: “Al mio ritorno dall’Australia sono stato al La Tour Hospital in Svizzera per incontrare il Dottor Finn Mahler, che in passato ha lavorato sui miei infortuni – ha svelato - mi sono sottoposto ad una radiografia e ad un Artro-IRM sulla mia spalla e si sospettava una lesione alla cuffia dei rotatori. Questo sarebbe stato un problema, ma fortunatamente si tratta solo una frattura della testa dell’omero destro. Non è scomposta –ha spiegato Loris - quindi non necessita di intervento chirurgico e ci vorranno dalle tre alle cinque settimane per rimettersi completamente”.

Intanto la sua mente è già rivolta al round di Buriram: “Trascorrerò i prossimi giorni a riposo prima di cominciare con la riabilitazione per acquistare un po’ di forza prima del secondo appuntamento in Tailandia – ha commentato - non so se sarò completamente a posto fisicamente, ma sono riuscito a correre il giorno della caduta, quindi non credo ci siano particolari problemi dopo un mese di recupero.

Articoli che potrebbero interessarti