Tu sei qui

SBK, Melandri: una gara pazza, sono davvero felice

Marco esulta: "Impossibile fare una strategia con il cambio gomme, sul finale il piano ha funzionato". Davies amaro: "Ho esagerato e commesso un errore"

SBK: Melandri: una gara pazza, sono davvero felice

Un weekend così Marco Melandri lo avrà probabilmente sognato durante i lunghi mesi in attesa della nuova stagione, ed ora che è diventato realtà può davvero goderselo. La nona casella in griglia non gli ha infatti impedito di cogliere quella doppietta che da troppo tempo mancava, precisamente da Jerez 2014, regolando il campione del mondo in carica proprio sulla linea del traguardo.

Insomma un finale da film, così come tutto il weekend del ravennate. “È stata una gara pazza - racconta il 33 -  con il cambio gomme che ha reso impossibile fare una strategia, dato che tanti piloti erano in grado di essere veloci per dieci giri. In molti si sono gettati nella mischia, facendo anche manovre azzardate. Noi abbiamo cercato di preservare comunque le gomme al rientro, ma negli ultimi cinque giri abbiamo trovato il nostro ritmo”.

Poi è arrivato il finale thriller, dove Marco ha ottimizzato al meglio la sua esperienza e la sua velocità.

“Sul finale, era difficile passare Rea in frenata quindi ho deciso di preparare la volata in uscita dalla 12, una curva nella quale eravamo particolarmente veloci, ed il piano ha funzionato. Sono felicissimo e non vedo l’ora di correre a Buriram”.

Molto meno felice e sorridente invece Chaz Davies. Il gallese è stato perfetto durante il flag-to-flag, rientrando in pista in testa alla corsa. Nel tentativo di mettere margine tra sé e gli inseguitori però, il numero sette ha visto sfumare le sue velleità di risultato nella ghiaia. “Onestamente, mi sentivo a posto e forse avevamo anche del margine nella prima metà di gara. Poi dopo il cambio gomme – analizza Chaz - pensavo che avremmo comunque potuto giocarci la vittoria. Credo sia la prima volta che ho spinto così forte con gomme nuove, solitamente non usciamo dai box dando subito il 100%, quindi forse abbiamo leggermente esagerato e commesso un errore, anche se ero già ben dentro la curva quando ho perso l'anteriore”.

Ora però è tempo di guardare avanti, e Davies rilancia in vista della Thailandia lanciando anche un monito sulla concorrenza.

“Quest'anno ci saranno diversi piloti in grado di lottare per il podio, come abbiamo visto qui, quindi sarà interessante. Ci riprenderemo e saremo pronti a lottare nuovamente a Buriram”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti