Tu sei qui

MotoGP, Pedrosa: Honda è veloce... anche nello sviluppo

"Stiamo lavorando bene tanto nel box quanto a casa". Dani svicola sul suo futuro: "se sei veloce, poi il contratto arriva"

MotoGP: Pedrosa: Honda è veloce... anche nello sviluppo

Al momento Honda sembra avere uno squadrone da fare invidia a tutti gli avversari, se Marquez è stato il migliore per quanto riguarda il ritmo, Pedrosa ha messo la sua firma sul giro più veloce in Thailandia. Il buon giorno, dicono, si vede dal mattino e quello di Dani è stato ottimo.

In generale sono stati dei test positivi, era una pista nuova e prima di arrivare non puoi mai sapere cosa aspettarti - spiega lo spagnolo - Abbiamo scoperto un tracciato difficile, soprattutto per il caldo, in cui non è semplice trovare le linee giuste. Siamo riusciti a lavorare nel modo giusto e il bilancio, come ho detto, è positivo, anche se per il GP avremo delle gomme diverse”.

Il primo tempo dà sempre sicurezza e morale, ma l’esperienza di Dani lo porta ad allargare il suo sguardo.

La cosa più importante è avere delle buone sensazioni in sella perché è ciò che ti permettere di esprimere il tuo talento - sottolinea - Normalmente sulle piste nuove faccio fatica, ma in questi 3 giorni ho fatto molti giri e ho imparato molte cose che saranno utile per la gara. Essere tra i primi è importante, ma questo era un test e l’obiettivo è prepararsi per la gara e portare al limite le novità che dovevo provare”.

Come ha detto Marquez, il meccanismo HRC sembra essere oliato alla perfezione.

“Sono contento perché Honda sta portando avanti lo sviluppo nel modo giusto e molto velocemente, stiamo lavorando bene sia nel box che a casa - conferma Dani - L’obiettivo è arrivare alla prima gara potendo lottare per la vittoria, la fiducia sulla moto sta migliorando ma servono ulteriori prove. I primi due test sono andati bene e abbiamo buone informazioni”.

Anche Pedrosa vuole più tempo per valutare il forcellone in carbonio.

Non ne avevo mai usato uno prima, è una novità anche per Honda, quindi stiamo iniziando a raccogliere dati e capire le sensazioni che offre - spiega - È positivo avere questa nuova tecnologia e in futuro potrà aiutarci. Ha aspetti positivi e negativi, ma è sicuramente qualcosa di diverso e la prima volta che lo usi è difficile sapere se lo stai utilizzando nel modo giusto, serve esperienza”.

L’ultima battuta è sul suo futuro e su questo punto Dani non si sbilancia.

Penso giorno per giorno, se sei veloce il contratto arriva”, svicola.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti