Tu sei qui

20.000 Pieghe 2018: al via sulle Dolomiti dal 13 al 17 giugno

Per festeggiare il decennale, si torna in Trentino Alto-Adige. Tre tappe e 1.000 chilometri su e giù per le montagne

News Prodotto: 20.000 Pieghe 2018: al via sulle Dolomiti dal 13 al 17 giugno

Dopo ben 10 anni di successi e conferme, la 20.000 Pieghe torna sulle Dolomiti, una delle aree più ammirate e frequentate dai mototuristi, autentica palestra per gli amanti della guida più impegnativa.  L’ormai classico raid aveva già avuto come punto di riferimento Tesero e la Val di Fiemme e, per l’edizione 2018, in calendario dal 13 al 17 giugno, proporrà di nuovo l’accogliente ed apprezzatissimo Hotel Shandranj che sarà anche il quartier generale della manifestazione. Si preannuncia dunque un percorso molto impegnativo ma che offrirà ai partecipanti la possibilità di “vivere” una delle autentiche bellezze del mondo, l’area delle Dolomiti.

TRE TAPPE - Tre le tappe in programma, secondo la formula ormai collaudata (e di successo) della 20.000 Pieghe, la prima orientata proprio verso le Dolomiti, di ben 355 chilometri; la seconda, di 331 km, dedicata alle strade dell’Alto Adige, l’ultima (301 km), disegnata lungo i percorsi del Trentino. Mercoledì 13 giugno si svolgeranno le Operazioni Preliminari e la manifestazione si presenterà nella veste definitiva a tutti i partecipanti; domenica 17, smaltiti i tre “tapponi” di montagna, grande festa con le premiazioni prima dei saluti e del rientro a casa.

LA NAVIGAZIONE - Tra i raid mototuristici la 20.000 Pieghe è quella che offre il piacere del viaggio ma con un po’ di agonismo e una classifica finale: la capacità di individuare i percorsi, rispettando i passaggi ai way-point, ed il risultato delle prove di abilità (che dal 2018 si svolgeranno lungo il percorso delle tappe e non più nelle piazze), contribuiranno infatti a determinare una vera e propria graduatoria. E visto che lo spirito che anima i partecipanti è “abbastanza” turistico, si può già prevedere che lo stimolo dato dal confronto costringerà tutti ad offrire il meglio di se stessi. Per partecipare alla 20.000 Pieghe 2018 si può aderire all’offerta Smart o a quella Premium; la prima (350 Euro) lascia libero il partecipante di scegliersi la sistemazione alberghiera e i luoghi dove consumare i pasti, la seconda (650 Euro) affida all’espertissimo ed attento staff del Moto Club Motolampeggio di Roma ed al suo patron Daniele Alessandrini, l’organizzazione dei pernottamenti e dei pasti.

Essenziale e schietta come sanno essere i mototuristi “veri”, quelli che affrontano con gioia le montagne e non si spaventano di fronte ad ore ed ore di guida, la 20.000 Pieghe è però anche una sorta di fenomeno nel panorama dei raid su strada. Richiama quindi sponsor, marchi, squadre ufficiali che contribuiscono ad alzare il livello qualitativo generale e danno un piacevole tocco glamour al tutto, almeno fino al momento delle premiazioni. Perché da quest’anno i premi materiali saranno assegnati esclusivamente ai partecipanti singoli o alle squadre formate da semplici amici o a quelle dei Moto Club. Nel 2017, ad imporsi tra le Langhe e le Alpi occidentali, al confine con Francia (e anche oltre), fu il collega giornalista Emanuele Macaluso, su Honda, che si è portato a casa un ricchissimo premio, una Suzuki V Strom 650 messa in palio direttamente dall’emanazione italiana della casa nipponica. La caccia alla successione si è già aperta: Signori, fate il vostro gioco.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti