Tu sei qui

Moto2, Test Jerez: Bagnaia piega Marquez, 3° Baldassarri

Il pilota piemontese si impone anche nella seconda giornata, 4° Marini seguito da Pasini e Oliveira, 7° Lowes, fuori dalla top ten Corsi

Moto2: Test Jerez: Bagnaia piega Marquez, 3° Baldassarri

Manca ancora un mese al via del Mondiale, ma a Jerez già si respira l’aria di sfida tra Francesco Bagnaia e Alex Marquez. La seconda giornata di test ha infatti visto rinnovarsi il confronto tra i due piloti con il piemontese ad avere la meglio sul rivale. Il crono di 1’41”638, realizzato nel corso del secondo turno, ha infatti consentito al portacolori dello Sky Racing Team di guardare tutti dall’alto, migliorando di sette decimi la prestazione di ieri. Ricordiamo però che la giornata inaugurale dei test è stata condizionata dal maltempo.

Tornando ai riscontri cronometrici, Marquez (+0.210) accusa poco più di due decimi dal pilota di Chivasso, incalzato da ben tre italiani. I nostri portacolori stanno quindi dimostrando di volere rimanere aggrappati alla vetta. Se ieri il terzo posto è andato a favore di Pasini, oggi è toccato a Lorenzo Baldassarri, impegnato da quest’anno con il team Pons (+0.354). Il marchigiano rifila 22 millesimi a Luca Marini, mentre quinto il romagnolo del team Italtrans Interessante vedere che nei primi cinque posti sono tutti racchiusi in meno di mezzo secondo.

Nel testa a testa tra Francesco Bagnaia e Alex Marquez, non dimentichiamoci però di Miguel Oliveira (+0.516), reduce da una seconda metà di 2017 da incorniciare. In molti sostengono che anche il portoghese prenderà parte alla bagarre per il titolo e a giudicare dai tempi siglati la competitività dell'alfiere KTM è evidente. Tra i piloti in azione nella tre giorni di Jerez c’è anche Sam Lowes, al rientro nella categoria intermedia dopo l’avventura in MotoGP. Il pilota britannico, assente la scorsa settimana a Valencia, aggancia la settima piazza (+0.583), seguito da Remy Gardner e Brad Binder.

Rispetto alla giornata di lunedì, finisce fuori dai primi dieci Simone Corsi (13°, +0.779), mentre perde terreno Romano Fenati (+0.935), scivolato in diciottesima posizione con quasi un secondo da recuperare nei confronti della vetta.  Se ieri l’ascolano è stato il più veloce tra i rookie, questa volta il testimone passa nelle mani di Joan Mir (+0.853), capace di precedere Schrotter e Kent.

Per quanto riguarda gli altri azzurri, nelle retrovie troviamo Locatelli (+1.975), Fuligni (+2.135) e Manzi (+2.329), mentre Jules Danilo chiude il gruppo. Domani ultimo giorno di test con il semaforo verde alle ore 10:00.   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti