Tu sei qui

Mamola MotoGP Legend: "la mia famiglia è già preoccupata"

Randy scherza dopo la notizia che è entrerà a fare parte della Hall of Fame del motomondiale durante il Grand Premio di Austin

MotoGP: Mamola MotoGP Legend: "la mia famiglia è già preoccupata"

Si allunga la lista delle Leggende della MotoGP e il prossimo pilota che ne è entrerà a fare parte sarà Randy Mamola. Il pilota californiano è rimasto nel cuore di tanti appassionati per il suo stile di guida spettacolare e soprattutto in quello degli italiani per avere corso dal 1988 al 1990 in 500 con la Cagiva.

A parte una stagione in 250 e qualche gara in 350, Randy ha corso per tutta la sua carriera nella classe regina vincendo 13 gare e salendo sul podio 57 volte. Non è mai riuscito a vincere il titolo mondiale, ma è arrivato 2° in ben 4 occasioni, battendosi con piloti del calibro di Freddie Spencer e Kenny Roberts, solo per fare i nomi di due suoi illustri connazionali.

Finita la carriera da pilota, Mamola è rimasto nel paddock, prima come commentatore in tv mentre ora è uno dei ‘taxisti’ sulla Ducati biposto.

Naturalmente Randy entrerà nella Hall of Fame del motociclismo in occasione del Gran Premio del Texas.

Non me lo aspettavo, ma è stato un bel modo di iniziare la giornata. Quando l’ho detto a mia moglie e a mio figlio, come potete immaginare mi hanno fatto enormi congratulazioni, ma poi hanno aggiunto: ‘oh no! ora ci toccherà vivere con una leggenda’ - ha scherzato Randy - La MotoGP è la mia vita, sono nel paddock da 39 anni. Ho visto tante cose da quando ci entrai a 19 anni e per me è un onore e un privilegio essere incluso in un così ristretto gruppo di piloti”.

Sono anche felicissimo che succederà in Texas, dove verranno la mia famiglia e i miei amici - ha aggiunto - Dopo l’emozione iniziale, inizi a pensare come sia un onore essere accettato dai tuoi colleghi e dagli organizzatori del campionato. Spero che in futuro sarò in grado di ripagarli con il lavoro che continuo a fare nel paddock. Penso di essere il primo pilota a essere nominato Legend senza avere vinto un titolo. Se ti impegni per divulgare e sostenere uno sport, puoi esserne ambasciatore sia che abbia vinto un titolo o no. Per me è un privilegio lavorare nel paddock e non la prendo alla leggera”.

Mamola si unirà come MotoGP Legend a Giacomo Agostini, Mick Doohan, Geoff Duke, Wayne Gardner, Mike Hailwood, Daijiro Kato, Eddie Lawson, Anton Mang, Angel Nieto, Wayne Rainey, Phil Read, Jim Redman, Kenny Roberts, Jarno Saarinen, Kevin Schwantz, Barry Sheene, Marco Simoncelli, Freddie Spencer, Casey Stoner, John Surtees, Carlo Ubbiali, Alex Crivillé, Franco Uncini, Marco Lucchinelli e Nicky Hayden.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti