Tu sei qui

Moto3, Foggia: "Rossi riferimento, ma seguo anche lo stile di Lorenzo"

Il vincitore del CEV: "Mi piacerebbe essere pulito sulla moto come fa Jorge, mettendoci anche aggressività. Obiettivo? Stare nei primi dieci"

Moto3: Foggia: "Rossi riferimento, ma seguo anche lo stile di Lorenzo"

I romani nel motomondiale aumentano. Già, perché lo Sky Racing Team ha deciso di affidare a Dennis Foggia la seconda KTM. Toccherà quindi al vincitore del CEV affiancare Nicolò Bulega nella minima cilindrata. Il giovane pilota scalpita per la nuova esperienza e nella propria testa ha già in mente da chi prendere spunto.

Direi Vale, però anche Lorenzo, per il suo stile e il passo – ha svelato il nuovo alfiere dello Sky Racing Team -  Jorge è molto pulito nella guida e mi piacerebbe essere in futuro come lui. Sulla moto cerco infatti di essere aggressivo e pulito”.

Il trionfo nel CEV è stato il trampolino per sbarcare in Moto3.

È senza dubbio un grande passo, perché il Motomondiale rappresentava il mio sogno fin da piccolo – ha svelato il laziale - salirò in moto con il massimo della serenità, mettendo in pista tutto ciò che ho imparato in questi anni”.

Sul proprio cammino Foggia troverà un altro romano, ovvero Fabio Di Giannantonio.

“Non penso alla sfida con Diggia, la mia mente è rivolta solo sulla moto e a me stesso – ha spiegato - mi piace la bagarre, credo di essere portato e darò tutto me stesso”.

La passione per la moto scorre da sempre nelle vene del capitolino.

Mi sono avvicinato a questo sport da bambino, dato che mio papà correva con le moto da cross – ha ricordato – ho iniziato dalle mini moto e poi eccomi qua”.

Come mai non hai seguito le orme di tuo padre?

Perché preferisco la velocità, il cross solo per gli allenamenti”.

Il pilota laziale avrà il compito di tenere alta la bandiera KTM. Di sicuro il 2017 non è stato un anno semplice per la Casa austriaca, chiamata ora al riscatto. Preoccupazioni?

“Direi di no – ha sottolineato - sono convinto che la squadra ha lavorato bene in inverno e sono fiducioso di avere a disposizione tutti i nuovi aggiornamenti”.

Con la VR46 Academy è stato da subito amore a prima vista.

“Due anni fa è nata questa opportunità – ha svelato – correvo con i colori RMU nel CIV e credo che l’Academy abbia contattato il team manager e ora eccomi qua”.

Il cuore di Foggia batte forte per la moto, ma non solo.

“Mi piace molto il cavallo, ma non sono uno di quelli che si cimenta nell’equitazione. Il calcio? Non mi fa impazzire, mi piace solo Ronaldo (sorride)”.

Cosa porterà Foggia nel Motomondiale?

“Direi la determinazione e qualche bella staccata forte (sorride)”.

Una cosa è certa: l’esperienza nel CEV gli consentirà di avere una marcia in più nelle piste spagnole.

“Sicuramente nelle gare europee sarò più avvantaggio – ha ammesso - mentre nelle altre mi toccherà seguire il gruppo e apprendere velocemente. È una bella sfida e non vedo l’ora di iniziare, puntando a rimanere tra i primi dieci”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti