Tu sei qui

Moto2, Valencia Test: spuntano il sole e Baldassarri

I TEMPI. In Moto2 tre italiani nei primi 6: Lorenzo, Corsi e Pasini. In Moto3 comandano Rodrigo e Martin inseguiti da Bezzecchi, Antonelli e Bastianini

Moto2: Valencia Test: spuntano il sole e Baldassarri

I piloti di Moto2 e Moto3, a Valencia per i primi test del 2018, oggi sono stati più fortunati. Ieri la pioggia aveva costretto (quasi) tutti ai box, mentre in questa seconda giornata il cielo è stato più clemente. Nella mattinata, comunque, l’asfalto era ancora umido e le temperature basse, solo nel pomeriggio la situazione è migliorata.

La pista non era quindi in ottime condizioni e questo si riflette sui tempi. Prima di continuare, facciamo un’importante precisazione: benché si tratti di test ufficiali IRTA, i piloti della Moto2 non dispongono dei motori forniti dall’organizzazione. Questo significa che ogni squadra pensa al suo propulsore e nulla vieta che qualcuno abbia portato delle unità leggermente più ‘spinte’ del solito.

Detto questo, passiamo alle classifiche e, nella classe intermedia, i tempi sorridono gli italiani, sono 3 nei primi 6. Il più veloce è stato Lorenzo Baldassarri, il nuovo acquisto del team Pons, che ha fatto segnare il miglior tempo in 1’36”149. Siamo a un secondo abbondante dalla pole del GP dello scorso anno, per avere un riferimento, se l’era aggiudicata Alex Marquez in 1’35”050.

A 0”185 dal Balda c’è la KTM con Oliveira, che si è messo alle spalle per un paio di decimi Simone Corsi, che ha lasciato la Speed Up per la Kalex del team Tasca. Dietro a Romano la coppia del team Intact GP formata da Schrotter e Vierge.

Sesto tempo, a 0”685, per Mattia Pasini, uno dei protagonisti più attesi di questa stagione. Alle sue spalle troviamo Barbera, che dopo 8 anni in MotoGP è un debuttante di lusso in Moto2, classe in cui non aveva mai corso. Lo spagnolo prece Brad Binder, su KTM. e Fabio Quaratararo, passato alla Speed Up di Luca Boscoscuro.

Per un paio di decimi, Romano Fenati non è riuscito a entrare nella Top Ten, piazzandosi alle spalle di Isaac Vinales. L’ascolano è comunque (escludendo Barbera) il migliore debuttante. Manca però all’appello il suo rivale diretto Mir: il team Marc VDS (come quello Sky VR46 che verrà presentato domani) non prende infatti parte a questi test.

Scendendo nella classifica, troviamo al 19° posto Andrea Locatelli, dietro a Dominique Aegerter che ha salvato la sua stagione grazie a una raccolta fondi. Dietro al pilota di Italtrans ci sono le due Suter di Stefano Manzi ed Eric Granado, a più di un secondo e mezzo dalla vetta.

Passiamo ora alla Moto3, che parla spagnolo almeno per le prime due posizioni. Davanti a tutti si è piazzato Gabriel Rodrigo con la KTM, che per soli 9 millesimi ha avuto ragione del connazionale Jorge Martin sulla Honda. Il miglior tempo è stato di 1’40”324, quindi siamo a quasi due secondi dalla pole dell’ultimi GP.

Se i padroni di casa si sono presi gli allori nella prima giornata, gli italiani sono alle loro calcagna in una classifica, come al solito per questa classe, molto corta: 9 piloti in meno di un secondo. Il terzo tempo è di Marco Bezzecchi, che ha lasciato la Mahindra per la KTM e sembra che il cambio gli abbia fatto bene.

Di nuovo su una Honda, ma con i colori della SIC58 Squadra Corse, Niccolò Antonelli ha iniziato con il piede giusto ed è al quarto posto, davanti a Bastianini. Anche Enea ha cambiato squadra, andando nel team Leopard, campione del mondo lo scorso anno con Mir.

Alle spalle del terzetto tricolore si sono piazzati Oettl e Arenas, mentre all’8° posto c’è Tony Arbolino, ora in forze al Team Snipers, che ha preceduto il suo ex compagno di squadra Suzuki. Decimo tempo per Fabio Di Giannantonio, uno dei pochi ad avere girato ieri sul bagnato, davanti a Sasaki e a Lorenzo Dalla Porta.

Attardato in questa prima giornata Migno, 19° con la KTM del Team Angel Nieto. “Oggi non sono stato molto veloce, ma sono ottimista perché so di avere una buona moto e una buona squadra. Abbiamo tempo per migliorare”, ha commentato Andrea.

Domani ultimo giorno di test a Valencia.

Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy