Tu sei qui

MotoGP, Ezpeleta: dicono che favorisco Valentino? Certo che sì

Il Ceo di Dorna: "ma non dal punto di vista sportivo. Gli devo dire grazie, ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo della MotoGP"

MotoGP: Ezpeleta: dicono che favorisco Valentino? Certo che sì

“La gente dice che favorisco molto Valentino. Io dico: certo che è così”, sono le parole pronunciate da Carmelo Ezpeleta, numero uno di Dorna, in un’intervista concessa al quotidiano spagnolo Marca. Prima di levare gli scudi o scandalizzarsi, meglio continuare a leggere quello che ha detto il manager.

Non lo favorisco sotto l’aspetto sportivo - ha chiarito - in pista è come gli altri e viene trattato nella stessa maniera. Viene penalizzato come chiunque altro ed è quello che è successo a Sepang nel 2015. Dal punto di vista di organizzatore del campionato, se c’è una persona a cui devo dire grazie, questa è Valentino. Anche i suoi più acerrimi rivali devono riconoscere che è speciale”.

E difficilmente Dorna vorrà farsi scappare il Dottore anche quando i suoi giorni da pilota saranno finiti. Da tempo, ormai, si parla di un team di Rossi in MotoGP.

Non abbiamo ancora parlato con lui - ha spiegato Ezpeleta - Ha giocato un ruolo fondamentale nello sviluppo del campionato. È stato qui più a lungo di chiunque altro. Dico sempre che la cosa più importante è che è un pilota eccezionale, ama quello che fa ed è lo stesso che accade a me con il mio lavoro. Gli piace rimanere ed è competitivo, lo pensa la sua squadra e lui stesso. Quando arriverà il giorno in cui penserà di averne avuto abbastanza, allora penseremo a cosa potrà continuare a fare nel campionato.

Chiuso il lungo discorso su Valentino, il Ceo di Dorna ha affrontato il tema del futuro del campionato, soprattutto per quanto riguarda il numero di Gran Premi. Come ripetuto più volte, il limite è 20 e potrebbe essere raggiunto già nel 2019, con l’ingresso della Finlandia.

Se altri Paesi bussassero alla porta della MotoGP, a farne le spese potrebbe essere la Spagna che al momento ha ben 4 appuntamenti.

In futuro, per la Spagna, potremmo pensare a una rotazione fra i circuiti e avrebbe solo 2 GP invece che 4” ha presentato la possibilità.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti