Tu sei qui

Tegola per Alessandro Botturi: la sua corsa finisce a Belen

Ritiro per il bresciano: "Una pietra nascosta nella sabbia mi ha tradito, sono rimasto senza fiato e i raggi della moto sono addirittura esplosi"

Dakar: Tegola per Alessandro Botturi: la sua corsa finisce a Belen

Alessandro Botturi iniziava ad intravedere il traguardo, quando al termine della Dakar mancavano cinque prove. Nella tappa di ieri, che portava la carovana da Salta e Belen, il pilota bresciano è stato vittima di una caduta. Fatale una pietra nascosta nella sabbia che lo ha sbalzato dalla propria moto.  

A raccontare i dettagli dell’incidente è il pilota stesso: “Sono letteralmente volato – ha ricordato - non ho mai perso conoscenza, ma l’impatto è stato talmente violento che sono rimasto senza fiato per un bel po’. Il primo pilota a soccorrermi è stato Rodney Faggotter (Yamaha) – ha aggiunto - nonostante il dolore avrei voluto ripartire con lui, ma la ruota era diventata ovale ed i raggi erano letteralmente esplosi. Mai visto una cosa simile. Dopo poco è arrivato l’elicottero con Etienne Lavigne a bordo. Nel tragitto il mio pensiero è andato agli amatori. Queste tappe sono massacranti per noi professionisti, diventano un’impresa estrema ai limiti dell’umano per gli amatori. Ho dolore ovunque”.

Il dispiacere è grande da parte di Botturi, che prima della caduta è stato il più veloce della pattuglia tricolore: “La Dakar mi ha dato tanto, soprattutto il primo anno quando ho chiuso 8° della generale e miglior rookie – ha commentato - dal 2013 la gara sembra stregata per me. Quell’anno sono caduto quando ero 5° alla tappa 13. Per un motivo od un altro non sono più riuscito a finire. Quest’anno mancavano solo 4 tappe, meritavo di arrivare al traguardo. Adesso non so se troverò ancora la forza per alzarmi ogni giorno e allenarmi per questa corsa che amo da morire –ha concluso - per preparami per la Dakar ho trascurato la mia famiglia, adesso il mio pensiero è a mia moglie Loredana che mi ha sempre supportato in questa avventura, ai miei bambini, agli amici che mi seguono da casa e a tutti gli sponsor che hanno creduto in me".   

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti