Tu sei qui

KTM Regina del RAID, in casa Honda la vittoria manca dall'89

Nell'albo d'oro la Casa austriaca vanta ben sedici affermazioni, sette in più rispetto a Yamaha, tra le moto vincitrici anche Cagiva

Dakar: KTM Regina del RAID, in casa Honda la vittoria manca dall'89

L’attesa è finalmente giunta al termine, perché oggi, alle ore 13:45, si alzerà il sipario sulla 40^ edizione della Dakar. Una corsa che ha fatto la storia del Motorsport e conserva ancora oggi un fascino unico nel suo genere. Dal 1979, anno della prima edizione, ad oggi, a far dal leone il RAID è la KTM.

Lo squadrone austriaco ha infatti dominato le ultime sedici edizioni e ora va a caccia del diciassettesimo sigillo. A rincorrere il trionfo ci proverà il campione in carica, ovvero il britannico Sam Sunderland, che scatterà con il numero uno sul cupolino, senza scordarsi dell’australiano Toby Price, affamato di rivincita dopo aver mancato il bis nel 2016, e l’austriaco Matthias Walkner, indicato dal nostro Alessandro Botturi come il favorito della vigilia.

Nell’albo d’oro della competizione Yamaha occupa la seconda posizione con nove affermazioni. L’ultimo trionfo della Casa dei Tre Diapason risale al 1998 con la vittoria di Stéphane Peterhansel, attualmente impegnato nelle auto al volante della Peugeot insieme a Loeb e Sainz.

L’edizione 2018 della Dakar dovrà essere a tutti gli effetti quella del riscatto per Honda. Già, perché la Casa dell’Ala Dorata è infatti ferma a cinque vittorie, una in meno rispetto a BMW, di conseguenza c’è l’obbligo di invertire la rotta dopo un’astinenza che prosegue dal lontano 1989, con l’impresa del francese Gilles Lalay. Nelle storia del RAID vietato dimenticarsi i due trionfi da parte di Cagiva con Edi Orioli. Rimangono ancora oggi indimenticabili i successi del pilota friulano nel 1990 e 1994.     

La rincorsa alla vetta è quindi aperta e dalle 18 di questa sera si inizierà a fare sul serio con la prima speciale.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti