Tu sei qui

MotoGP, Forés: "La Ducati non è più impegnativa come un anno fa"

Lo spagnolo protagonista di giornata: "Ho avvertito sensazioni che mi mancavano da tempo, peccato non sia già domenica sera"

MotoGP: Forés: "La Ducati non è più impegnativa come un anno fa"

Share


C’è una Ducati davanti a tutti. Non è quella di Davies, tantomeno di Melandri. La parte di protagonista in questo lunedì spetta a Xavi Forés. Nel finale di turno lo spagnolo ha compiuto il balzo necessario per mettere tutti in riga. Oltre al riferimento di giornata in 1’31”412, c’è un aspetto che soddisfa il portacolori della Rossa.

Non poteva andare meglio questo lunedì.

“È stata una giornata complicata a causa del maltempo. Purtroppo sul bagnato non avevo la giusta confidenza, mentre sull’asciutto sono riuscito a trovare un ottimo passo. Era tanto che non avvertivo questa sensazione e sono felice. Nel finale ho poi utilizzato la gomma da gara e sono riuscito a strappare il miglior tempo”.

Cosa è cambiato rispetto alla passata stagione?

“Rispetto a un anno fa abbiamo iniziato con altre sospensioni ed assetto, inoltre c’è stato un passo avanti come elettronica. Sono diventato più costante e non mi devo impegnare come prima, dato che la moto è meno esigente. Ovviamente è solo l’inizio e la strada è lunga”.

Qua  il meteo è imprevedibile. Quanto ti preoccupa?

“Sul bagnato dobbiamo lavorare ancora un po’, di conseguenza serve capire quale sia il limite. In caso di pioggia cercheremo comunque l’assetto migliore per essere competitivi. Spero di non iniziare l’anno con due gare condizionate dall’acqua”.

Sie riuscito a tenere dietro Davies e Melandri.

“Se fosse domenica sera sarebbe perfetto, invece è solo lunedì. Chaz e Marco sono velocissimi, inoltre hanno le idee molto più chiare rispetto a noi”.

Cosa vi manca ancora?

“Penso sia presto per dirlo, di sicuro stiamo migliorando l’aerodinamica. Ci serve sempre qualche chilometro in più sul rettilineo e anche l’elettronica. Riusciamo comunque a gestire meglio le gomme  per il finale ed è un aspetto incoraggiante”.

Ernesto Marinelli è venuto a farti i complimenti.

“Era molto entusiasta per il risultato, dato che gli fa piacere avere tre Ducati nelle prime posizioni. Come detto siamo soltanto all’inizio”.

Articoli che potrebbero interessarti