Tu sei qui

SBK, Alex Lowes: "Voglio meritarmi la MotoGP"

Il britannico è pronto al suo secondo anno con la Yamaha R1 SBK per puntare al podio e ripetere il successo nella 8 Ore di Suzuka

SBK: Alex Lowes: "Voglio meritarmi la MotoGP"

Durante la presentazione del team Pata-Yamaha Crescent Superbike Alex Lowes ha avuto, in più di qualche istante, il ruolo del protagonista, oppure, del pilota più atteso per la stagione delle derivate di serie che sta per partire.

Sì, perché il britannico è pronto per il suo secondo campionato con i colori blu della Yamaha e conosce la R1 di Iwata meglio di chiunque altro:i test che abbiamo svolto fino ad oggi sono andati veramente bene -dichiara con soddisfazione Alex- ovviamente abbiamo ancora dei problemi da risolvere su alcuni aspetti inerenti alla moto che non ci soddisfano, ma il passo avanti che abbiamo compiuto è stato notevole. Pensare alla prossima sfida mi eccita: il team sta lavorando in un modo fantastico e vogliamo andare a prenderci qualche buon risultato, ne abbiamo bisogno”.

Su quali dettagli della moto hai dovuto lavorare per essere più forte?

Abbiamo cambiato qualche piccola cosa nella parte telaistica, lavorando anche sugli assetti; c’è stato molto da fare nella parte elettronica, per avere ancora più confidenza con la R1. Sto guardando avanti per capire quale sarà il mio livello durante la gara”.

Oltre al campionato SBK, l’anno scorso Lowes ha disputato la 8 Ore di Suzuka, in squadra con Pol Espargarò e Nakasuga, vincendola. Questo successo ha fatto notevolmente salire le quotazioni dell’inglese numero 22 presso la casa di Iwata e per l’edizione 2017 la sua candidatura è ancora aperta: “correre e vincere una gara così straordinaria è stato divertente per me, l’esperienza mi è piaciuta davvero tanto. Il mio primo obbiettivo è fare bene in SBK ma, se dovesse arrivare la chiamata dal Giappone, mi recherò a Suzuka molto volentieri”.

A proposito di obbiettivi, ora il podio è nel tuo mirino?

Sì, ora le posizioni del podio rappresentato il mio obbiettivo e tenterò di salirci il più presto possibile; credo molto in me stesso e penso che abbiamo ridotto il gap dai team più forti. Penso, tra l’altro, che quest’anno la stagione SBK sarà molto interessante, anche grazie all’introduzione della griglia invertita nella seconda manche. In ogni caso, io proverò a partire bene”.

Nel 2016 Lowes ha anche corso in MotoGP, in sostituzione di Bradley Smith sulla Yamaha Tech3 di Hervè Poncharal. La Top Class delle due ruote è piaciuta così tanto ad Alex che dichiara convinto: “se consideriamo che sono saltato sulla M1 senza aver effettuato alcun test, non sono andato male; ho avuto questa importante opportunità e credo di essere stato abbastanza veloce, utilizzando al meglio il tempo che avevo a disposizione. Ovviamente, come ho già detto, il mio primo obbiettivo è fare bene in SBK con la Yamaha R1. Voglio meritarmi la MotoGP andando molto forte in SBK”.

Categoria: 
SBK

Articoli che potrebbero interessarti