Tu sei qui

MotoGP, KTM: Kallio al lavoro su 3 telai a Sepang

Finiti i test per il collaudatore: "avremmo avuto bisogno di portare la moto al limite, ma le condizioni della pista non ce lo hanno permesso"

KTM: Kallio al lavoro su 3 telai a Sepang

Tre giorni di test ma non molti giri, è stato il destino comune per tutte le Case arrivate a Sepang per provare le loro novità con i collaudatori. La pioggia non ha aiutato e l’asfalto lentissimo ad asciugarsi ha fatto il resto.

Mika Kallio, non nasconde la sua delusione. I suoi test con la KTM non erano iniziati nel migliore dei modi a causa di influenza e febbre, il finlandese ha stretto i denti ma il cielo malese non lo ha graziato.

Non siamo stati molto fortunati con il meteo, è piovuto molto e l’aderenza della pista era molto bassa - racconta - Quando l’asfalto iniziava ad asciugarsi, ho notato che tempi e le sensazioni con le gomme non erano buone ma era un problema comune a tutti. Per questo sono un po’ deluso, avevamo delle prove importati da fare e sarebbe stato meglio trovare delle buone condizioni”.

Dall’Austria erano infatti arrivati aggiornamenti importanti, soprattutto per quanto riguarda la ciclistica.

Avevamo dei nuovi telai e altre parti, bisogna spingere la moto al limite per valutarli e in queste condizioni non è stato possibile - spiega - Però abbiamo trovato una direzione da seguire per quanto riguarda la ciclistica, avevo tre diversi telai e, per il mio stile di guida, ne ho trovato uno migliore di quello usato alla fine dello scorso anno. Penso abbiamo preso la direzione giusta e anche i tempi sul giro sono migliorati”.

Kallio cerca di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Non abbiamo avuto problemi, la moto ha funzionato sempre bene e questo è importante - sottolinea - Spero che, nonostante le condizioni della pista non siano state delle migliori e neanche le mie, essendo stato malato, siamo riusciti a fare un buon lavoro per i piloti ufficiali”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti