Tu sei qui

Gran successo per Mosquito's Way a Verona

Il pubblico del Motor Bike Expo ha salutato con grande entusiasmo i motorini vintage più fantasiosi di Italia

Gran successo per Mosquito's Way a Verona

Quando le menti creative si mettono a giocare, spesso, sfornano una idea geniale.

Per Mosquito’s Way è andata proprio così: Piero Pelù, tra un concerto live dei Litfiba e l’altro, una sera decise di rispolverare uno dei vecchi “cinquantini” di suo papà e, trovati due complici decisamente all’altezza ed altrettanto motorizzati quali Giovanni Di Pillo e DJ Ringo ebbe, anzi, ebbero, la bellissima ed originale trovata di scorrazzare per il centro storico di Firenze, nottetempo, in compagnia della cosiddetta “loggia del leopardo” costituita, tra gli altri, dagli ex piloti mondiali Simone Sanna, Alex Gramigni e Gianluca Nannelli.

Quella che sembrava una zingarata clandestina, ha iniziato, invece, ad assumere connotazioni da evento vero e proprio quando a mettere ordine fu Cristina Siani, che di organizzazioni di eventi sportivi e motoristici se ne intende: “all’inizio io mi preoccupavo serissimamente delle eventuali conseguenze: molti motorini erano sprovvisti di assicurazione e nemmeno omologati, così io decisi di, quantomeno, prendermi cura di alcuni aspetti fondamentali come il tesseramento assicurativo all’interno della federazione”.

Così, tappa dopo tappa, il Mosquito’s Way arriva al Motor Bike Expo di Verona, la prima data di un tour 2017 iniziato in maniera entusiasmante: “a Verona abbiamo avuto in pista circa 40 partecipanti -continua soddisfatta Cristina- c’era un folto pubblico ad incitarli. Nonostante il freddo gelido erano presenti tantissimi sostenitori e, tra di noi, c’erano piloti come Nannelli, Giammaria Gabbiani ed altri; è stata una parata molto divertente e non sono mancate i sani duelli in pista. Le categorie più carine rappresentate erano quella del ciclomotore più bello, della persona che arrivava da più lontano e un premio speciale a chi sfoggiava il look più originale”.

Ora che avete lanciato il sasso, non potete nascondere la mano…

“(Ride) È vero, compatibilmente con gli impegni di Pierò Pelù ci stiamo organizzando: questa iniziativa è nata per gioco, non è un business. I ‘Mosquitari’ vogliono che si continui e noi lo faremo con lo stesso entusiasmo, abbiamo già la data di settembre al Mugello all’interno del CIV, abbiamo molti partner che ci ospiteranno da maggio, quindi… si continua!”

Cristina Siani è stata una importante organizzatrice del mondiale SBK nei tempi d’oro: “io sono molto contenta, credo in questa bella idea: i ciclomotori non costano niente, è divertente vedere i ragazzi vestiti in ogni modo in pista, tutto questo ricorda i tempi della nostra infanzia. La gente mi ringrazia per l’atmosfera, sono soddisfatta: mi sono sempre piaciute le sfide piccole e grandi”.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti