Guy Martin torna al TT con la Honda ufficiale

Farà coppia con john McGuinness sulla CBR1000RR SP2, il debutto a maggio alla North West 200

Share


Guy Martin e John McGuinness saranno i portacolori della Honda al TT. I due piloti correranno la gara dell’Isola di Man e la North West 200 sulla nuova CBR1000RR SP2. Per Guy si tratta di un ritorno alle gare dopo un anno sabbatico e lo farà nel migliore dei modi. Martin è uno dei piloti più seguiti per le corse stradali anche se non ha mai vinto al TT, pure essendo salito 15 volte sul podio. Discorso diverso per McGuinness che è invece una leggenda all’Isola di Man con le sue 23 vittorie.

La CBR SP2 che avranno a disposizione deriverà dal modello stradale con, naturalmente, alcune modifiche per renderla ancora più performante e farà il suo debutto nelle corse stradali a maggio, alla North West 200.

Ho parlato con Neil (Tuxworth, il team manager ndr) per un po’ sul fatto di unirmi alla squadra, ma avevo molte cose a cui pensare prima di impegnarmi e dire di sì - ha spiegato Martin - Non volevo diventare vecchio con il rimorso di non averci provato con la Honda e più il tempo passava più pensavo che fosse la scelta giusta. Avremo un programma di test molto intenso. John non ha bisogno di presentazioni, ho un grandissimo rispetto per lui e non vedo l’ora di correre sulla Fireblade contro di lui”.

McGuinness ha aggiunto: “in Honda mi sento veramente parte di una famiglia e non vedo l’ora di vedere cosa può fare la nuova Fireblade SP2. Conosco il vecchio modello come le mie tasche e ho vinto molti TT con quella vecchia signora, perciò ho voglia di provare il nuovo modello. Naturalmente voglio vincere ancora e anche riprendermi il record del tracciato. Sono triste per dovere dire addio alla vecchia Fireblade, ho tanti ricordi con quella moto, ma il momento in cui proverò la nuova non arriverà mai troppo presto. Sono anche entusiasta di avere Guy come compagno di squadra, in passato ci siamo divertiti a lottare uno contro l’altro e sono curioso di vedere cosa riusciremo a fare”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti