Al Superprestigio Johann Zarco rincorre la corona di Marquez

Con l'assenza del 93, il francese punta a rovinare i piani agli specialisti, tra gli azzurri in gara Di Giannantonio, Cecchini e Del Bianco 

Share


La sosta invernale mette come sempre a dura prova gli appassionati delle due ruote, che dovranno aspettare gennaio per vedere nuovamente in azione MotoGP e Superbike. Durante la pausa i piloti non vogliono però rimanere fermi. Abbiamo infatti visto Rossi, Pasini, Marini e Locatelli partecipare al Monza Rally Show, mentre Corsi, Giugliano e Antonelli impegnati al Sic Supermoto Day.

Insomma, nessuno ha la minima intenzione di godersi il relax, tanto che il prossimo sabato i riflettori saranno puntati sul Superprestigio. La tradizionale sfida di dirt track, giunta quest’anno alla quinta edizione, si disputerà come sempre al Palau Sant Jordi di Barcellona. Ci saranno i protagonisti della specialità, come i francesi Thomas Chareyre e Sylvain Bidart, ma anche i piloti del Motomondiale.

Come ben sappiamo il Superprestigio rappresenta un appuntamento immancabile per Marc Marquez, che proprio lo scorso anno vinse la gara. All’edizione 2017 il 93 sarà però assente, dal momento che la stagione da poco conclusa l’ha messo a dura prova, preferendo cosi riposare e saltare l’evento.  Un duro colpo da incassare per i tanti spettatori che sognavano di ammirare da vicino le evoluzioni del sei volte iridato.

La corsa perde quindi la sua stella, ma c’è già qualcuno che punta a raccogliere l’eredità del pilota Honda. Si tratta di Johann Zarco, che dopo aver partecipato alla prima edizione nel 2014, sarà al via in sella alla Yamaha. Il rookie della MotoGP ha sorpreso tutti con i colori del team Tech 3 e ora vuole provarci anche col dirt track. Non mancherà quindi l’attenzione da parte dei numerosi appassionati nei confronti del francese, che dovrà però fare i conti con Toni Elias. Il campione della MotoAmerica Superbike darà filo da torcere al transalpino, forte del secondo posto conseguito nel 2016 davanti a Baker.

Tornando ai piloti del Motomondiale, hanno risposto presente all’appello Xavi Vierge, Jesko Raffin, Albert Arenas e Fabio Quartararo, quest’ultimo al debutto assoluto alla sfida del Palau Sant Jordi.

 Non dimentichiamoci poi dei nostri portacolori, uno su tutti Fabio Di Giannantonio, che già lo scorso anno partecipò alla bagarre. Il romano sarà in sella alla Zaeta, proprio come il figlio del suo capotecnico, ovvero Francesco Cecchini. Tra gli altri azzurri al via, Lorenzo Gabellini con la Yamaha e Alessandro Del Bianco con la Honda. Venerdì saranno le prove libere ad accendere i motori, sabato spazio poi alle gare.   

   

Share

Articoli che potrebbero interessarti